giovedì, 29 Settembre 2022

Migranti, 200 stipati in barche a vela arrivano a Crotone: fermati 2 presunti scafisti

Si tratta di due uomini di nazionalità siriana ed egiziana. L'identificazione e il fermo sono avvenuti a opera della Sezione operativa navale della Guardia di Finanza di Crotone, dopo una serie di operazioni terminate nella serata di domenica 14 agosto.

Da non perdere

I militari della Sezione operativa navale della Guardia di Finanza di Crotone hanno identificato e fermato due presunti scafisti, di nazionalità siriana ed egiziana, al termine di una serie di operazioni che si sono concluse nella serata di domenica 14 agosto finalizzate a contrastare il traffico di migranti. Queste operazioni avevano preso avvio dal dispositivo integrato degli assetti aerei e navali della Guardia di Finanza, Capitaneria di Porto e quelli dell’Agenzia Europea Frontex nell’ambito dell’operazione Themis 2022 dopo che i velivoli in perlustrazione avevano segnalato alcune barche a vela stipate di migranti in avvicinamento alle coste calabresi.

In particolare, una prima imbarcazione con circa 110 persone è stata abbordata all’ingresso delle acque territoriali italiane da un pattugliatore del Gruppo Aeronavale della Guardia di Finanza di Taranto e quindi scortata al porto di Crotone. Mentre era in corso questa prima operazione, una seconda barca a vela con circa 90 migranti afgani ed egiziani è stata avvistata dagli assetti aerei: in questo caso è stato un Guardacoste della Guardia di Finanza di Crotone, cooperando con la motovedetta CP321 della Capitaneria di Porto di Crotone e con un Pattugliatore romeno dell’Agenzia Frontex ad abbordare l’imbarcazione e scortare anch’essa fino al porto di Crotone.

La terza operazione ha visto coinvolto un Guardacoste del Gruppo Aeronavale della Guardia di Finanza di Messina che ha abbordato uno sloop di 14 metri, ovvero una imbarcazione a vela che trasportava 75 tra siriani e afgani, di cui 30 minori, dopo l’avvistamento effettuato dagli assetti navali Frontex.

Ultime notizie