martedì, 16 Agosto 2022

Roma, aggredisce con un coltello la ex compagna: arrestato 35enne

La ragazza è stata trasportata al pronto soccorso dell'ospedale di Bracciano, dove è stata medicata per una profonda ferita al braccio. I Carabinieri hanno arrestato il 35enne, già noto alle Forze dell'Ordine, con l'accusa di maltrattamenti e lesioni personali aggravate nei confronti dell'ex compagna e resistenza a pubblico ufficiale.

Da non perdere

Un uomo di 35 anni, in preda alla gelosia, sarebbe entrato in casa della sua ex compagna, una 23enne di origine marocchina, e l’avrebbe aggredita prima verbalmente, per poi tentare di strangolarla a mani nude e ferirla con un coltello. La vicenda è accaduta stamattina, 27 luglio, a Cerveteri, in Provincia di Roma. I Carabinieri della stazione di Civitavecchia hanno arrestato l’uomo, già noto alle Forze dell’Ordine, con l’accusa di maltrattamenti e lesioni personali aggravate nei confronti dell’ex compagna e resistenza a pubblico ufficiale.

La vicenda

Secondo la testimonianza della ragazza, sembrerebbe che il 35enne abbia cercato di strozzarla, non riuscendoci solo grazie all’intervento della madre della vittima, presente in casa al momento dell’aggressione. L’uomo non si sarebbe poi arreso e avrebbe preso un coltello da cucina per cercare di ferirla. Stando sempre al racconto della ragazza, madre e figlia sono riuscite a fermarlo, chiudendolo fuori casa e chiedendo l’intervento immediato dei Carabinieri. Nel momento in cui i militari sono arrivati, la 23enne ha aperto la porta dell’appartamento per farli entrare, finendo per ritrovarsi, però, di nuovo l’uomo alle calcagna. La vittima è stata poi portata da un’ambulanza del 118 al pronto soccorso dell’Ospedale San Pio di Bracciano, dove è stata medicata per una profonda ferita al braccio, giudicata guaribile in 20 giorni. Si è reso necessario l’intervento medico anche per il presunto aggressore in visibile stato d’agitazione. I Carabinieri, dopo aver ascoltato la madre e la ragazza ferita, hanno sequestrato il coltello usato come arma contundente e arrestato il 35enne. Il gip del Tribunale di Civitavecchia, al termine dell’udienza di convalida, ha confermato le accuse nei confronti dell’uomo, disponendo la misura cautelare di divieto di avvicinamento alla ragazza e ai luoghi da lei frequentati.

Ultime notizie