sabato, 2 Luglio 2022

Obbligo mascherine, cade per le votazioni ma resta per la scuola

Il Governo ha deciso di far cadere l'obbligo della mascherina per le votazioni di domenica. La mascherina è fortemente raccomandata. L'obbligo invece continuerà a persiste per gli esami di terza media e di maturità.

Da non perdere

Cade l’obbligo dell’uso della mascherina per accedere ai seggi in occasione delle Amministrative e del referendum sulla Giustizia. La mascherina resta fortemente raccomandata, quindi sarà ammesso al voto anche chi ne sarà sprovvisto. Ad annunciarlo una circolare del Viminale diramata a tutti i prefetti, in seguito alla sottoscrizione di un accordo tra il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, e il ministro della salute, Roberto Speranza. La decisione, presa in considerazione del mutamento del quadro epidemiologico, arriva a pochi giorni dal voto.

Molte erano state le polemiche sull’utilizzo dei dispositivi di protezione che avrebbero potuto ostacolare il diritto di voto e quindi il raggiungimento del quorum, così come sosteneva la Lega e il movimento Italexit, secondo il quale l’uso della mascherina “avrebbe dimostrato la volontà di far votare solo l’élite cha appoggia la gestione di questo governo”.

Obbligo nella scuola

Il dietrofront del Governo sulle mascherine è arrivato nel giorno in cui il Tar del Lazio ha invece confermato l’obbligo dell’uso dei dispositivi di protezione in occasione degli esami di terza media e di maturità, la scuola quindi resta l’unico ambito in cui viene applicata la misura più restrittiva.

Ultime notizie