domenica, 22 Maggio 2022

Minorenne pestato da 2 coetanei a Crema, resa dei conti tra 15enni a Firenze: emergenza risse e bullismo

Il bullismo è una delle piaghe dei nostri tempi. Nel Cremasco sono stati identificati e denunciati due minorenni per aver provocato e picchiato un giovane; a Crema sono stati denunciati per rissa 15 minorenni dopo una resa dei conti.

Da non perdere

Botte, calci, pugni, provocazioni e rese dei conti. Solo alcuni esempi della dilagante violenza tra i più giovani, cittadini di oggi e soprattutto del domani. Le ultime notizie di aggressioni e risse ci arrivano da Crema e Firenze.

Due minorenni, stranieri e residenti nel Cremasco, pare abbiano aggredito a Crema in via XX settembre nel gennaio scorso un giovane che si trovava in compagnia di altre due ragazze. Stando alle prime indagini i ragazzi, identificati e denunciati alla Procura dei minori di Brescia dal Commissariato cittadino, erano parte di un gruppo di una decina di coetanei che avevano provocato la vittima, prendendola poi a calci e pugni. Gli aggressori sono riusciti a fuggire prima dell’arrivo della Polizia, dopo aver colpito il minore, provocandogli ferite alla testa e al collo. Il ragazzo è stato poi portato al Pronto Soccorso. I poliziotti sono riusciti a risalire ai due principali autori degli atti di bullismo, grazie le immagini delle videocamere presenti al momento dell’aggressione e attraverso alcune testimonianze. Le Forze dell’Ordine hanno potenziato la loro presenza sul territorio, soprattutto nelle zone della movida, luoghi in cui nelle sere dei fine settimana si consumano troppo spesso episodi del genere.

Se a Crema sembra si sia trattato di un’imboscata, a Firenze, in zona Cure, è avvenuto invece ieri pomeriggio un vero e proprio regolamento di conti tra due gruppi di giovanissimi. È scattata la denuncia per rissa nei confronti di 15 minorenni, di età compresa tra i 15 e 17 anni. Sono stati denunciati anche diciannovenne e un quindicenne, perché rispettivamente in possesso di un cacciavite e di un coltellino. Secondo le prime ricostruzioni  pare che si siano affrontate due compagnie di ragazzi, una della zona delle Cure, l’altra di Rifredi. Pare che si siano incontrati per regolare i conti di un’aggressione avvenuta su due giovani del gruppo Rifredi la sera prima. I due gruppi si sono così dati appuntamenti per una resa dei conti e sono volati calci e pugni con caschi da scooter e a mani nude. Nessuno sarebbe rimasto ferito. Le indagini della polizia proseguono, ma non viene escluso che alla rissa abbiano partecipato anche altri giovani, fuggiti prima dell’arrivo della polizia.

Ultime notizie