venerdì, 20 Maggio 2022

Violenza sulle donne, 46enne uccisa in Corsica dal compagno. In Brianza 50enne accoltellata dall’ex “in trasferta”

Non si arresta neanche nel 2022 la violenza e barbarie dei partner nei confronti di mogli e compagne. In Corsica una livornese è stata accoltellata dal compagno, che si è tolto la vita. In Brianza, una donna è in condizioni gravi, marito arrivato appositamente dalla Puglia.

Da non perdere

Pochi giorni fa, la polizia criminale ha pubblicato un report sugli “Omicidi volontari”. Sul documento, si legge che dall’1 gennaio al 27 febbraio 2022, in Italia sono stati commessi 42 omicidi, con 11 vittime donne, di cui 10 uccise in ambito familiare e affettivo. Sei, di queste vittime, hanno trovato la morte per mano del partner o dell’ex partner. Negli ultimi due giorni la cronaca arricchisce tristemente questo dato per via di una donna livornese uccisa con alcune coltellate in Corsica e di un femminicidio nel Salernitano. Sfuggita alla morte, invece, una donna in Brianza che al momento si trova all’ospedale San Gerardo di Monza.

Da Bari in Brianza per accoltellare la moglie

Ha guidato da Bari, dove è residente, fino a Lambiate, in Brianza. Un viaggio lungo, degno di essere raccontato da Jack Kerouac, che però ha assunto i risvolti di un film horror. Intorno alle quattro di mattina, l’uomo – giunto a destinazione – ha accoltellato la moglie da cui si stava separando. Una serie di fendenti scagliati contro il corpo della 50enne, che ha avuto la prontezza e i riflessi per chiedere subito aiuto. Nel parcheggio di via Trieste, luogo dell’aggressione, sono arrivati i Carabinieri e i soccorsi che l’hanno trasportata all’ospedale San Gerardo di Monza in gravi condizioni, ma non in pericolo di vita.

I militari della compagnia di Desio hanno poi trovato in zona l’uomo, 56enne, che si aggirava per strada con le mani ancora inzuppate di sangue e aveva con sé un coltello a serramanico, ed è stato arrestato. Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo pare si sia nascosto nel parcheggio per poi attaccare la donna alle spalle, uscita di casa per recarsi a lavoro.

Corsica, 46enne livornese uccisa dal suo compagno

Alessandra Frati aveva lasciato l’Italia per andare a vivere sull’isola francese, precisamente a Bastia. Una decisione presa assieme al suo compagno, convinta di potersi fare una nuova vita, dopo essere nata e cresciuta a Livorno. Ma nella notte tra martedì 1 marzo e mercoledì 2 marzo, la donna è stata uccisa a coltellate dal compagno. L’assassino, 21enne francese, all’arrivo della polizia, si è tolto la vita gettandosi dal quarto piano di un edificio situato nel centro di Bastia. Un omicidio-suicidio che non lascia tanti dubbi agli agenti che hanno avviato le indagini, se non il movente che ha portato al folle gesto.

Ultime notizie