sabato, 21 Maggio 2022

Covid-19, indice Rt sotto la soglia epidemica. Nuove regole da oggi: niente più mascherina all’aperto

Da oggi, 11 febbraio, scompare l'obbligo di mascherine all'aperto. Resta obbligatorio l'uso nei luoghi al chiuso. Riaprono anche le discoteche.

Da non perdere

Nel giorno in cui viene meno l’obbligo di mascherina all’aperto, come ogni venerdì arriva puntuale il report dell’Iss Istituto Superiore della Sanità. Secondo i dati analizzati dall’Iss, “continua la discesa dell’incidenza settimanale a livello nazionale: 962 ogni 100mila abitanti (4-10 febbraio) contro 1.362 ogni 100mila abitanti (28 gennaio – 3 febbraio)”. Un quadro che mostra come anche l’indice Rt sia in forte calo: “Nel periodo 19 gennaio 1 febbraio, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,89, in diminuzione rispetto alla settimana precedente e al di sotto della soglia epidemica. Lentamente pare si stia tornando alla normalità. Le mascherine comunque dovranno essere indossate nei luoghi al chiuso. Da oggi riaprono anche le discoteche e questo fine settimana si potrà tornare a ballare, ovviamente ad una condizione: essere in possesso di greenpass

Green pass a validità illimitata

Cambia anche la funzionalità del green pass ottenuto dopo la terza dose che non avrà più una scadenza, ma sarà valido sempre, senza la necessità di nuove vaccinazioni. Sull’utilizzo del certificato verde il governo resta aperto a nuove valutazioni. Dalle prime indiscrezioni, potrebbe restare attivo fino a metà giugno, periodo in cui è fissata la scadenza dell’obbligo vaccinale.

La capienza per gli eventi sportivi

Si va verso l’abolizione di restrizioni anche in altri ambiti. Infatti, il ministro Speranza e la sottosegretaria allo Sport, Valentina Vezzali, stanno lavorando congiuntamente a un percorso graduale che prevede la riapertura a capienza massima degli impianti sportivi all’aperto e al chiuso. “Si lavora a un primo allargamento, a partire dal primo marzo, che porterà al 75% e al 60% il limite delle capienze rispettivamente all’aperto e al chiuso. Per poi proseguire con le riaperture complete qualora la situazione epidemiologica continuasse il suo trend di calo”, hanno sottolineato il ministro e il sottosegretario in una nota congiunta.

Ultime notizie