domenica, 29 Maggio 2022

Ingegnere italiano ucciso ad Amsterdam: fermato sospetto assassino

L'uomo, un cittadino nordafricano, è ritenuto responsabile di aver ucciso Paolo Moroni a coltellate.

Da non perdere

Fermato dalla Polizia olandese il presunto responsabile della morte di Paolo Moroni, il cittadino italiano trovato senza vita nella sua casa ad Amsterdam. L’uomo, un cittadino nordafricano, avrebbe ucciso Paolo Moroni con delle coltellate. L’avvocato della famiglia della vittima, Bruno Forestieri, ha confermato la notizia con queste parole: “Ci è stato comunicato poco fa che è stato fermato il presunto assassino. Si tratta di un nordafricano, al momento non abbiamo altri dettagli”.

L’avvocato Forestieri ha anche aggiunto che l’autopsia si svolgerà probabilmente fra martedì e mercoledì, mentre domani i familiari della vittima arriveranno in Olanda.  La casa in cui è stato ucciso il giovane ingegnere italiano era di sua proprietà ed al momento è sotto sequestro. Paolo Moroni era un ingegnere informatico di Allumiere in provincia di Roma e aveva 42 anni. Il fatto risalirebbe al 27 gennaio quando la famiglia, da quanto risulta, non riusciva più ad avere sue notizie fino alla scoperta dell’omicidio. L’avvocato Forestiere aggiunge anche come fosse stimato nel suo lavoro e come “nel suo passato non c’è nulla che potesse far pensare alla terribile tragedia”.

Ultime notizie