giovedì, 19 Maggio 2022

Vaccino anti covid, 150 euro per false inoculazioni: arrestati a Napoli infermiere e operatore socio sanitario

Finora, i carabinieri hanno identificato una trentina di falsi vaccinati, grazie all'aiuto delle videocamere installate

Da non perdere

Un infermiere addetto alle vaccinazioni e un operatore socio sanitario sono stati arrestati dai Carabinieri del Nas di Napoli perché avrebbero finto di somministrare dosi di vaccino in cambio di denaro. I due dipendenti dell’Asl Napoli 1 sono accusati di “corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio, peculato e falso in atto pubblico”. I fatti sono avvenuti nell’hub vaccinale all’interno della “Fagianeria” del Museo di Capodimonte di Napoli.

Secondo le indagini condotte dai militari e scaturite da una “soffiata”, era l’operatore a procurare i pazienti, i quali si sottoponevano alla finta inoculazione del siero da parte dell’infermiere. In cambio di una falsa somministrazione, che permetteva così di ottenere il green pass, veniva corrisposta la cifra di 150 euro. Finora, i carabinieri hanno identificato una trentina di falsi vaccinati, grazie all’aiuto delle videocamere installate. Tra loro, per lo più personale scolastico e dipendenti ministeriali.

Ultime notizie