sabato, 4 Dicembre 2021

Covid Israele, in cantiere quarta dose: “Siamo alla vigilia della quinta ondata”

Da non perdere

Nitzan Horowitz, ministro della Salute di Israele, ha affermato che è prevedibile una quarta dose per riuscire a fronteggiare i contagi da Covid nello Stato ebraico. La dichiarazione è arrivata a seguito dell’annuncio che il 9% dei casi diagnosticati ieri in Israele aveva ricevuto la dose booster.

Per il comitato di esperti del governo israeliano, lo Stato ebraico si trova alla vigilia di una quinta ondata Covid. I contagi infatti, anche se lentamente, stanno risalendo, perché l’efficacia del vaccino tende a scemare col tempo. Inoltre è al vaglio la vaccinazione per under 5. Arnon Shahar, responsabile del piano vaccinale di Tel Aviv, a pochi giorni dall’inizio della somministrazione del vaccino ai bambini israeliani tra i 5 e gli 11 anni, che anticipa la decisione nostrana che avverrà a breve, ha dichiarato: “Ci stiamo avviando verso la vaccinazione dei bambini sotto i 5 anni. Ci sarà bisogno di tempo per valutare e per capire, ma nel futuro prossimo dovremo decidere se immunizzare i più piccoli, sono riflessioni che bisogna fare, dobbiamo adattarci all’evolversi della pandemia“.

Ultime notizie