giovedì, 9 Dicembre 2021

Covid Italia oltre 10mila contagi. Situazione drammatica in tutta Europa

L'Europa è capofila della quarta ondata. In Italia i casi aumentano giorno per giorno. Situazione drammatica in Germania e in Gran Bretagna. La Svezia, unico paese non alle prese con un'emergenza, valuta misure più restrittive.

Da non perdere

Nelle ultime 24ore, l’Italia ha superato i 10mila Contagi covid. In totale sono 10.172 i nuovi casi e 72 le vittime. La quarta ondata continua ad avanzare nel resto d’Europa a ritmi drammatici. Molti Paesi impongono nuove restrizioni e lockdown per i non vaccinati allo scopo di contenere le infezioni. I casi sono in aumento in tutto il mondo. L’Oms ritiene, però, l’Europa “osservata speciale” perché capofila nel rialzo delle infezioni registrate e i numeri non accennano a scendere. Il nostro continente, infatti, ha la più alta incidenza settimanale dei casi per 100mila abitanti: 230.

Covid Italia

Nelle ultime 24ore, i casi registrati sono 10.172, 72 i morti su 537.765 tamponi. Il tasso di positività sale all’1,89%. Sono 4.060 i ricoverati con sintomi, 90 in più da ieri. Sono 486 le terapie intensive occupate, 5 in più da ieri.

Germania

“La situazione in Germania è drammatica”, ha dichiarato Merkel. Nel paese c’è stato un nuovo picco di casi. Infatti, i dati delle ultime 20 ore del Robert Koch Institut registra 52.826 nuovi casi e decessi 294. L’incidenza settimanale per 100mila abitanti è salita a 319,5 casi contro i 312,4 di ieri. “Non è troppo tardi per optare per una prima dose di vaccino”, ricorda la Merkel, Chiunque si vaccina protegge se stesso e gli altri. E se un numero sufficiente di persone si vaccina, così si esce dalla pandemia”. Inoltre, ha aggiunto la cancelliera, occorre uno “sforzo nazionale” per quanto riguarda la terza dose. Per fronteggiare l’emergenza, la Germania propone nuove restrizioni. Ad esempio, il del green pass 2G – vaccinati (geimpft) o guariti (genesen), togliendo la possibilità di ottenere il green pass per un tampone negativo.

Olanda

L’Olanda è arrivata a toccare i 21mila contagi giornalieri da Covid. Precisamente, 20.829 nuovi casi in 24 ore. Ossia, il numero più alto mai raggiunto dall’inizio della pandemia. I morti sono 44, il numero più alto da maggio. Ci sono 2.077 persone ricoverate, di cui 402 in terapia intensiva. Il weekend scorso, il governo ha imposto un lockdown parziale per contrastare la nuova ondata di contagi. Ad esempio contatti limitati fra persone e orario ridotto per ristoranti e negozi. Introdotto nuovamente l’obbligo di portare la mascherina e rispettare le distanze sociali.

Gran Bretagna

Nelle ultime 20ore, la Gran Bretagna ha registrato 38.263 nuovi casi di Covid-19 e 201 morti. Aumentano i casi rispetto alle 37.243 nuove infezioni del giorno precedente.

Belgio

“Avevamo sperato tutti di avere un inverno senza coronavirus, ma il Belgio non è un’isola. I segnali d’allarme sono tutti rossi” ha detto il primo ministro belga, Alexander De Croo. Il quale ha annunciato nuove restrizioni per arginare l’aumento di casi di Covid. Come l’aumento dello smart working, per quattro giorni a settimana. Inoltre, si trova in luoghi al chiuso come caffè e ristoranti dovrà indossare la mascherina a meno che non siano seduti al tavolo. Le discoteche invece potrebbero dover testare i propri clienti all’ingresso.

Svezia

La Svezia sta valutando di imporre il Green pass dal primo dicembre per accedere agli eventi al chiuso con più di 100 persone. Il paese non si trova in una situazione di emergenza, ma le statistiche prevedono un aumento per dicembre.
“Sta aumentando la diffusione (del Covid, ndr.) in Europa. Non l’abbiamo ancora vista in Svezia, ma non siamo isolati. Dobbiamo essere in grado di utilizzare i certificati di vaccinazione”, ha detto la ministra della Salute, Lena Hallengren.

Austria

L’Austria, invece, è in semi lockdown per i non vaccinati dal 15 novembre. Il cancelliere austriaco Alexander Schallenberg, nei giorni scorsi, ha spiegato che le persone non vaccinate potranno lasciare le proprie case solo per andare a lavorare, peri i servizi essenziali o per emergenze mediche. Nelle ultime 24ore in Austria si sono registrati 11.552 casi e il tasso di incidenza settimanale è salito a quasi 850 ogni 100mila persone.

Ultime notizie