sabato, 27 Novembre 2021

Attentato di Liverpool, identificato il kamikaze: si era convertito al cristianesimo nel 2017

L'uomo che ha fatto esplodere il taxi all'esterno del Women’s Hospital di Liverpool era un 32enne iracheno convertito al cristianesimo. Non è ancora chiaro il movente del suo gesto. Nel frattempo il Regno Unito ha aumentato il livello di minaccia terroristica.

Da non perdere

La polizia britannica avrebbe identificato il sospettato dietro all’esplosione del taxi avvenuta all’esterno del Women’s Hospital di Liverpool. Secondo gli inquirenti si tratterebbe del 32enne Emad al-Swealmeen. L’uomo, morto nell’esplosione, sarebbe salito a bordo del taxi guidato da Dave Perry a Sefton e avrebbe chiesto di essere portato all’ospedale, a circa 10 minuti di distanza. L’esplosione è avvenuta all’interno dell’auto mentre si stava avvicinando alla destinazione, di fronte al Liverpool Women’s Hospital. Il tassista, che era riuscito a fuggire dall’auto avvolta dalle fiamme, è stato medicato per le ferite riportate e rilasciato dopo le cure mediche.

L’attentatore suicida, Emad al-Swealmeen, era arrivato nel Regno Unito dall’Iraq come richiedente asilo e si era convertito al cristianesimo nel 2017. Si faceva chiamare Enzo Almeni, in onore di Enzo Ferrari, e in passato aveva avuto problemi di salute mentale. Nel 2014 era stato fermato mentre girava in strada con un coltello. “È nato in Iraq da padre siriano. È stato abusato da suo padre, quindi sua madre lo ha mandato a Dubai. È da lì che penso che sia venuto in Gran Bretagna”, ha raccontato al quotidiano The Telegraph Malcolm Hitchcott, un volontario che lavorava come guida alla Cattedrale di Liverpool e che conosceva dal 2015 Emad al-Swealmeen.

Il movente dell’attacco terroristico non è al momento noto. Si sospetta però che Swealmeen fosse diretto alla Cattedrale di Liverpool, a breve distanza dall’ospedale, dove centinaia, tra cui veterani militari e dignitari civici, si erano radunati per commemorare i caduti del Regno unito. I quattro uomini tra i 20 e i 29 anni arrestati ieri sono stati rialscaiti dopo l’interrogatorio. Nel frattempo il Paese ha aumentato il livello di minaccia terroristica a grave. L’attentato di Liverpool arriva infatti a poca distanza dall’omicidio di David Amess, il parlamentare accoltellato durante un incontro elettorale.

 

Ultime notizie