mercoledì, 8 Dicembre 2021

Liverpool, attentato terroristico al Women’s Hospital

Un taxi è esploso davanti all'ospedale femminile della città durante la commemorazione dei caduti del Regno unito. La Polizia ha arrestato quattro sospettati.

Da non perdere

Un taxi è esploso fuori dall’ospedale femminile di Liverpool, nel centro della città poco prima delle 11 di domenica, poco prima dell’inizio del silenzio in occasione della commemorazione dei caduti nel Regno Unito. Secondo quanto dichiarato dalla polizia del Merseyside, un uomo all’interno del veicolo è morto nell’esplosione. Per gli inquirenti, che stanno lavorando per stabilire la sua identità, si tratta di un attacco terroristico. Si indaga se l’esplosione sia stata intenzionale. Il conducente, Dave Perry, è riuscito a fuggire dall’auto prima che le fiamme si propagassero e attualmente è ricoverato in condizioni stabili. Secondo una prima ricostruzione, il tassista si sarebbe insospettito del passeggero a bordo e sarebbe riuscito a uscire in tempo dalla vettura per chiudere l’uomo nell’auto.

In seguito all’incidente, la Polizia ha avviato una serie di raid armati e perquisizioni, durante le quali a Liverpool sono stati scoperti materiali compatibili con la produzione di un ordigno esplosivo improvvisato. “A seguito delle discussioni con gli ufficiali di smaltimento delle ordinanze, siamo in grado di confermare che questo viene trattato come l’accensione di un ordigno esplosivo”, ha detto Russ Jackson dell’Antiterrorismo del nord-ovest. “L’ipotesi al momento è che l’ordigno sia stato costruito da passeggeri in taxi, ma che il motivo per cui è stato portato all’ospedale femminile fosse sconosciuto, così come il motivo dell’esplosione improvvisa”.

La sindaca di Liverpool, Joanne Anderson, in un’intervista al notiziario della BBC ha elogiato Perry per aver ridotto al minimo l’impatto del disastro. “Il tassista nei suoi sforzi eroici è riuscito a deviare quello che avrebbe potuto essere un disastro assolutamente terribile”, ha detto. “Sapevamo che il tassista si era distinto; ha chiuso a chiave le porte. A lui va il nostro ringraziamento”.

Ultime notizie