mercoledì, 8 Dicembre 2021

Malattie rare, il Senato approva la legge: obiettivi aggiornati ogni tre anni

Composta da sedici articoli, il Senato ha approvato la legge sulle malattie rare. Gli obiettivi e gli interventi saranno definiti ogni tre anni, attraverso l'approvazione del Piano Nazionale.

Da non perdere

Il Senato ha approvato il testo unico sulle malattie rare. Composta da sedici articoli, la legge è volta a tutelare il diritto alla salute delle persone affette da malattie rare, attraverso misure come l’uniformità dell’erogazione di prestazioni e medicinali, tra cui quelli orfani. Per malattia rara si intende una patologia a bassa prevalenza, inferiore a cinque individui su 10mila, ma vengono inglobate anche le ultra rare, ossia quelle con un’incidenza inferiore ad un individuo su 50mila. Nella lista disciplinata dalla legge sono inseriti anche i tumori rari. Gli obiettivi e gli interventi pertinenti nel settore saranno definiti ogni tre anni, attraverso l’approvazione del Piano Nazionale per le malattie rare. Per la Presidente della commissione Igiene e Sanità di Palazzo Madama, Annamaria Parente, questa legge è una vittoria a tutti gli effetti. Un aiuto concreto ai pazienti e alle loro famiglie e un esempio di buona politica. Ora bisogna attuare le normative in tutte le regioni, mettere a sistema l’esistente, aggiornare il piano per le malattie e rare ogni tre anni. Il testo è un nuovo inizio, la giustezza di un Servizio Sanitario si misura da come trattiamo le malattie rare”. Dello stesso avviso anche la relatrice della legge, Paola Binetti: “Il ddl, di cui sono stata relatrice e tra le prime proponenti, è stato votato all’unanimità. È una soddisfazione enorme, adesso occorre accelerare sui decreti attuativi. È un provvedimento che dà finalmente dignità alle persone con malattie rare e ai loro familiari“.

Ultime notizie