giovedì, 2 Dicembre 2021

“Mussolini vi brucerebbe tutti”: insulti e lancio di petardi. Aggressione omofoba a gruppo di ragazzini

L'aggressione è avvenuta da parte di una ventina di giovani tra i 17 e i 25 anni. Una delle vittime è riuscita a girare un video dell'accaduto poi postato sui social.

Da non perdere

Durante i festeggiamenti per Halloween, un gruppo di ragazzi tra i 12 e i 15 anni ha subito un’aggressione omofoba in pieno centro a Ferrara, nelle vicinanze di piazza Gobetti e galleria Matteotti. L’aggressione è avvenuta da parte di una ventina di giovani tra i 17 e i 25 anni, prima con frasi che inneggiavano al fascismo come “Conoscete Benito Mussolini? Sapete che lui vi brucerebbe tutti?” e insulti omofobi come “Froci di merda”, fino ad arrivare al lancio di petardi e di un piccione morto. Fortunatamente non ci sono stati feriti, i ragazzini sono riusciti a fuggire e a chiamare le Forze dell’Ordine.

A testimonianza dell’accaduto, una delle vittime è riuscita a girare un video poi postato sui social dove ha ottenuto più di 374mila visualizzazioni e in cui viene sottolineata anche l’importanza di avere una legge contro le discriminazioni come il Ddl Zan, affossato qualche giorno fa dal Senato tra gli applausi del centrodestra.

“Sabato mattina andrò a sporgere denuncia e mi auguro che anche altri genitori scelgano di unirsi a me. I nostri figli sono scossi. Mi trovo nella condizione di non essere più serena a far uscire di casa mia figlia, soltanto perché appartiene a un gruppo di ragazzi Lgbt+, è inconcepibile. Ho intenzione di scrivere una lettera al sindaco Alan Fabbri, chiedendogli espressamente che anche lui si faccia carico di queste problematiche”, ha dichiarato la madre di una delle ragazzine vittima dell’aggressione. Intanto anche l’associazione Arcigay di Ferrara si è messa a disposizione delle famiglie per aiutarle con supporti legali.

Ultime notizie