mercoledì, 8 Dicembre 2021

Scuola, studenti in corteo per il G20 rivendicano: “Siamo il futuro”

Dalla scuola ai vaccini, così i ragazzi di oggi, in occasione del G20 scendo in piazza per contestare un sistema che non tutela il loro futuro.

Da non perdere

“Siamo il futuro, ma senza futuro conquistiamo il presente”. Si apre così il corteo che sfilerà dal Circo Massimo al Miur, quest’oggi in occasione del G20 ospitato dall’Italia. Una generazione di ragazzi che chiede a gran voce di essere ascoltata e non messa come ultima priorità in un quotidiano ordine del giorno. Negli ultimi due anni, complice la pandemia, l’istituzione scolastica è finita spesso sotto i riflettore mettendo a nudo le debolezze e le carenze strutturali accumulate negli ultimi 30 anni. Una società che va avanti, chiede ed esige di adeguarsi ad un modello più contemporaneo ma non ancora svecchiato.

Chi sceglie e chi decide per la scuola, secondo quanto affermato da alcuni studenti, non ha una visone a 360° della realtà dell’istruzione, non conosce problemi e disagi dei ragazzi delle nuove generazioni, tra questi i tanto discussi ingressi scaglionati. Ma non si tratta solo di orari, un’ora prima o un’ora dopo. Si tratta di certezze e di futuro, un futuro che complice tantissime varianti in gioco appare sempre più nero e indefinito. Mancano le certezze e le garanzie di poter costruire qualcosa in termini di lavoro e in termini di formazione.

Agli occhi degli studenti e di chi ci lavora il mondo della scuola è visto come il fanalino di coda delle priorità della società e della politica; quando in realtà dovrebbe il motore del paese. Tutto ciò che gira attorno a questo mondo continua ad essere messo infondo alla lista delle priorità: dalla salute alla crescita personale e professionale degli studenti. In un’ottica lungimirante la protesta di oggi ha come obbiettivo quello di far sentire il proprio sostegno anche nel tema della lotta contro i brevetti del vaccino Covid19. Le manifestazioni non si esauriranno nella giornata di oggi, ma proseguiranno anche domani, sempre in occasione degli eventi legati al G20 ospitato dall’Italia.

Ultime notizie