sabato, 4 Dicembre 2021

Ndrangheta, rifiuti illeciti gestiti dalla Cosca Piromalli: 19 arresti. In carcere l’ex senatore Pittelli

Interrati rifiuti dai valori tossici superiori alla media del 6000%. Nei guai anche l'ex Parlamentare di Forza Italia Piattelli, figura di riferimento per la cosca Piattelli.

Da non perdere

I Carabinieri Forestali di Reggio Calabria hanno scoperto rifiuti interrati che arrivavano a toccare anche il 6000% del valore consentito dalla legge. L’indagine denominata “Mala Pigna” ha portato all’arresto di 19 persone, di cui 10 ai domiciliari e 9 all’obbligo di dimora. Lo rende noto un comunicato stampa dell’Arma arrivato in redazione. A gestire il traffico illecito era la cosca Piromalli, che seppelliva immondizia anche sotto terreni agricoli, intaccando la falda acquifera sottostante. Nei guai anche l’avvocato, nonché ex parlamentare, Giancarlo Piattelli, in passato sotto la lente di ingrandimento dello Stato nel maxiprocesso Rinascita-Scott della DDa di Catanzaro. L’accusa che pende su Piattelli è concorso esterno in associazione mafiosa, con l’ordinanza inoltrata nell’abitazione dell’ex Senatore di Forza Italia, dove stava scontando gli arresti domiciliari. In seguito all’indagine, l’uomo è stato trasferito in carcere.

Figura di riferimento secondo la Direzione Distrettuale Antimafia, avrebbe costruito con la Ndrangeta uno “stabile rapporto sinallagmatico” caratterizzato “dalla perdurante e reciproca disponibilità”. Piattelli avrebbe garantito il suo benestare “nei confronti del sodalizio, a risolvere i più svariati problemi degli associati, sfruttando le enormi potenzialità derivanti dai rapporti del medesimo con importanti esponenti delle istituzioni e della pubblica amministrazione”. Dalle indagini è difatti emerso che l’ex Senatore avesse smisurate possibilità di accesso a notizie riservate e a trattamenti di favore, motivo per cui veicolava informazioni ai capi della cosca Piromalli. Ad approfittare della figura chiave di Piattelli sarebbero Giuseppe Piromalli, detto “Facciazza”, e il figlio Antonio, reggente della Cosca.

 

Ultime notizie