domenica, 17 Ottobre 2021

Draghi, su vaccini e clima: si “lavora per un impegno collettivo”

Mario Draghi si espone su due temi caldi, il clima e i vaccini. La cooperazione tra governi e imprese ha reso possibile i risultati ottenuti.

Da non perdere

Durante il Summit G20, il presidente del Consiglio Mario Draghi si è espresso in merito a due temi caldi, i vaccini e il clima. Sulla questione dei vaccini, il Presidente, ha dichiarato: “Dobbiamo affrontare il protezionismo sui prodotti sanitari. Questo è essenziale per assicurarci di avere gli strumenti per combattere questa pandemia e prevenirne di future. Dobbiamo difendere la libera circolazione dei vaccini e delle materie prime necessarie per produrli. Sono fiducioso che il vertice del G20 a Roma alla fine di ottobre raggiungerà un forte impegno per riformare il Wto, l’Organizzazione mondiale del commercio. La presidenza italiana del G20 sta lavorando per preservare e rafforzare un efficace sistema commerciale multilaterale basato su regole all’interno del Wto”.

Grazie ai vaccini la pandemia non sembra spaventare più così tanto e possiamo addirittura iniziare a vedere una fine a tutto questo, secondo il premier che ha inoltre affermato che tutto questo, riferendosi al rapido sviluppo dei vaccini contro il Covid-19, è dovuto alla cooperazione tra governi e imprese che ha fatto sì di “salvare vite umane”.

Altro tema affrontato al Summit e che abbiamo già visto essere caro al premier dopo l’incontro con Greta Thunberg, ovvero il clima. A tal proposito Mario Draghi si è espresso in questo modo: “Le imprese e i governi dovrebbero collaborare per affrontare il cambiamento climatico. I paesi del G20 sono responsabili del 75% delle emissioni globali”. Concludendo annuncia che: “La presidenza italiana del G20 “lavora per un impegno collettivo“.

Ultime notizie