martedì, 19 Ottobre 2021

Nobel per la pace 2021, i rumors sui favoriti: Greta Thunberg in pole position

Tra i favoriti anche la leader dell'opposizione bielorussa, ora in esilio, Svetlana Tikhanovskaya, l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Reporter senza frontiere (Rsf), il Comitato per proteggere i giornalisti (Cpj), e l'oppositore Navalny.

Da non perdere

Ci siamo quasi: il premio Nobel per la pace verrà annunciato il prossimo 8 ottobre. Con l’avvicinarsi dell’evento, si continuano ad avvicendare i rumors sui favoriti. Sono in lizza 329 candidati, tra i quali spicca, anche quest’anno, il nome di Greta Thunberg, la giovanissima svedese attivista per il clima. Thumberg è fresca di permanenza nel Belpaese, ma non certo per vacanza: nei giorni scorsi, infatti, è stata impegnata a Milano per la preCop26. Assegnare a lei un riconoscimento così importante, sottolineerebbe anche l’urgenza della campagna per la lotta ai cambiamenti climatici, specie dopo un’estate segnata da incendi in Grecia e inondazioni in Germania.

Tra i favoriti, secondo il direttore dell’Istituto di ricerca della pace di Oslo, Henrik Urdal, che annualmente pubblica la sua shortlist sui candidati papabili, c’è anche la leader dell’opposizione bielorussa, ora in esilio, Svetlana Tikhanovskaya. Figurano poi l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), grazie al suo impegno costante nella lotta al Covid. I rumors indicano anche Reporter senza frontiere (Rsf) ed il Comitato per proteggere i giornalisti (Cpj), che, per Urdal, potrebbero essere insigniti del premio per mettere in risalto “l’importanza dei media indipendenti” e la necessità di “combattere le fake news”; tra i papabili anche l’oppositore russo Alexei Navalny, ora in carcere.

L’anno scorso, il Nobel per la pace andò al Programma alimentare mondiale, l’agenzia dell’Onu con sede a Roma, premiata per il suo impegno nella lotta contro la fame nel mondo.

Ultime notizie