venerdì, 24 Settembre 2021

Eric Clapton: “Non mi esibirò dov’è richiesto il pass vaccinale”

Il musicista inglese dichiara: "A meno che non sia prevista la partecipazione di tutte le persone, mi riservo il diritto di annullare lo spettacolo".

Da non perdere

“A meno che non sia prevista la partecipazione di tutte le persone, mi riservo il diritto di annullare lo spettacolo”. È la dichiarazione del musicista Eric Clapton, in chiara polemica con le norme che regolano l’accesso ai grandi eventi. Clapton aggiunge che non si esibirà in alcun luogo che richieda ai partecipanti di mostrare l’avvenuta vaccinazione contro il Covid-19.

L’affermazione arriva a seguito dell’annuncio del Governo inglese, che da settembre richiederà il passaporto vaccinale per accedere a eventi e locali notturni. Secondo il chitarrista inglese, infatti, questa decisione discriminerebbe il pubblico.

Clapton ha esternato la sua presa di posizione tramite l’account Telegram dell’architetto italiano Robin Monotti Graziadei. L’annuncio è stato inoltre accompagnato da un link collegato alla canzone anti-lockdown scritta con Van Morrison Stand and Deliver, il cui testo recita la frase: “Vuoi essere un uomo libero, o vuoi essere uno schiavo?”.

Già a maggio, sempre attraverso l’account di Monotti, Clapton aveva condiviso le sue esperienze negative con il vaccino dopo aver ricevuto la somministrazione di una dose di AstraZeneca. In quell’occasione il musicista aveva comunicato di aver subito gravi reazioni che avevano quasi compromesso per sempre la possibilità di tornare a suonare la chitarra.

Ultime notizie