venerdì, 30 Luglio 2021

Euro2020, Mancini eroe indipendentista. Lo scozzese The National: “Salvaci Roberto”

Fra i tifosi degli azzurri anche Ursula von der Leyen. Lo annuncia il portavoce della commissione, Eric Mamer, scandendo le parole in italiano "Il cuore della presidente della Commissione europea è con la Squadra azzurra". 

Da non perdere

Salvaci Roberto, sei la nostra ultima speranza“, titola in copertina il quotidiano ‘The National’ ‘sostenitore di una Scozia indipendente’ su una foto a tutta pagina che ritrae Roberto Mancini nei panni di William Wallace – eroe nazionale scozzese che combatteva per l’indipendenza dall’Inghilterra nel 13mo secolo – reso famoso in tutto il mondo da Mel Gibson in ‘Braveheart‘. Il titolo si completa con un sommario estremamente allusivo nei confronti della supremazia inglese: “Non possiamo sopportare che blaterino altri 55 anni” sulla vittoria agli europei.

Sulla finale di domani allo stadio londinese di Wembley la stampa britannica è letteralmente scatenata: “Cosa hanno fatto i Romani per noi?” provoca il Daily star. Un titolo solo apparentemente denigratorio nei confronti degli antichi conquistatori, seguito da un elenco dettagliato di ciò che i Romani, e gli italiani in genere, hanno esportato nel Regno Unito e nel mondo. “Cosa hanno fatto i Romani per noi?…A parte gli acquedotti, le fogne, le strade, l’irrigazione, l’educazione, il buon vino, l’ordine pubblico, i deliziosi bagni, le belle donne, gli impeccabili uomini soavi e la pizza con l’ananas“.

Scambio di complimenti fra ct

Una finale per Euro2020 che il mister azzurro aveva previsto già tre anni fa. Mancini, afferma che “l’Inghilterra ha meritato di arrivare in finale: è una squadra solida, subisce molto poco. Italia-Inghilterra a Wembley sarà una bellissima finale”, nel suo intervento sul canale della Figc Vivo Azzurro. “L’Italia è un paese pieno di storia nel calcio: la loro nazionale ha fatto dodici semifinali e dieci finali di grandi eventi. Noi abbiamo ancora tanta strada da fare per essere considerati una nazionale come la loro”, ha replicato in queste ore il ct inglese, Gareth Southgate.

“Giocheremo in casa dell’Inghilterra, ma questo non ci spaventa”, assicura capitan Bonucci, “Gli attaccanti della Nazionale inglese sono fortissimi, facciamo giovani contro vecchietti, dovremo essere molto, molto attenti alla loro velocità e fisicità”. E aggiunge: “La vittoria domenica sarebbe una grande iniezione di fiducia per l’Italia e per tutto il movimento calcistico, a noi e alla Federazione. Non facciano dietrologia, pensiamo solo a giocare al calcio, non al resto”.

Tifosi eccellenti sugli spalti

A fare il tifo per l’Italia, sugli spalti, ci sarà il presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella che volerà domani sera a Londra e rientrerà subito dopo a Roma. Una trasferta che non prevede altri incontri a Wembley, nel rispetto della massima prudenza richiesta dall’emergenza sanitaria. Già fissato per la giornata di lunedì, intanto, il tradizionale incontro fra il presidente Mattarella e i calciatori azzurri. Incontro al quale parteciperà anche Matteo Berrettini, che domani per la prima volta nella storia del tennis italiano, sempre a Londra, giocherà la finale del più antico e prestigioso torneo: Wimbledon, contro il numero uno del mondo Novak Djokovic. Berrettini è stato invitato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Quirinale insieme alla Nazionale di calcio e al ct Mancini, per celebrare una grande giornata dello sport italiano. Comunque si concluda.

E sembra che tra le migliaia di tifosi inglesi allo stadio ci sarà anche il principino George, conquistato dalla ‘febbre’ degli Europei. Lo riferisce il Daily Mail, citando una fonte della Casa reale, affermando che abbia supplicato il padre di permettergli di assistere alla finale. Chissà se papà William lo accontenterà, bissando l’apparizione allo stadio del maggiore dei suoi tre figli che, vestito in giacca e cravatta con espressione seria e concentrata, ha attirato le attenzioni degli inglesi il 29 giugno, in occasione dell’incontro fra Inghilterra e Germania.

E sullo sfondo il fantasma della Brexit

Dopo aver incassato l’endorsement sportivo del ct spagnolo Luis Enrique, all’indomani della vittoria degli azzurri contro le Furie Rosse, la nazionale di Mancini può fregiarsi di un’altra tifosa notevole: Ursula von der Leyen. Lo ha fatto sapere il portavoce della commissione, Eric Mamer, scandendo le parole in italiano “Il cuore della presidente della Commissione europea è con la Squadra azzurra”.

Ultime notizie