sabato, 25 Settembre 2021

Cessate il fuoco in Medio Oriente: Israele e Hamas hanno detto sì

Cessate il fuoco unilaterale dichiarato da entrambe le parti. Si apprende che prima di votare, il Gabinetto sia stato informato dall'esercito dei dettagli sugli obiettivi militari raggiunti durante l'operazione 'Guardiano delle Mura'. Alcuni di questi definiti "senza precedenti".

Da non perdere

Con voto unanime il Gabinetto di Sicurezza convocato dal premier israeliano Natanyahu ha approvato il tanto atteso “cessate il fuoco” in Medio Oriente. La notizia è stata diffusa dallo stesso ufficio di Netanyahu in un comunicato in cui si afferma che i ministri hanno concordato “di accettare l’iniziativa egiziana per un cessate il fuoco reciproco senza condizioni“. Si apprende anche che prima di votare, il Gabinetto sia stato informato dall’esercito dei dettagli sugli obiettivi militari raggiunti durante l’operazione ‘Guardiano delle Mura’. Alcuni di questi definiti “senza precedenti“.

Contestualmente, un rappresentante di Hamas ha affermato che è stato deciso un cessate il fuoco con Israele “reciproco e simultaneo” a partire dalle 2 di venerdì mattina (le una in Italia).

Ci sono voluti 11 giorni di guerra, le pressioni internazionali, a partire da quelle del presidente Usa Joe Biden, e la mediazione dell’Egitto per far rientrare la situazione nel Medio Oriente e riportare un barlume di tranquillità nell’area.

Ultime notizie