mercoledì, 23 Giugno 2021

Covid, Ghebreyesus (OMS): servono vaccini da donare ai Paesi poveri

Oms: condividere i risultati della ricerca per contrastare il contagio da Covid19 in tutto il mondo.

Da non perdere

Nella conferenza stampa in diretta da Ginevra, il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus si è mostrato pessimista in relazione ai dati della diffusione del virus Covid19.

Ha dichiarato di essere stato vaccinato contro il Covid19 proprio questa settimana. Definendosi “grato” a tutti gli operatori medici che da più di un anno combattono la pandemia, rimarca la necessità di rendere disponibile il vaccino in tutti i Paesi del mondo. Nei Paesi più ricchi si ipotizza di somministrare il vaccino ai bambini e ai ragazzi, ma secondo Ghebreyesus quelle dosi potrebbero essere messe a disposizione delle popolazioni più povere dei Paesi in via di sviluppo. Donandole così al ‘Covax’.

Ieri il Presidente Biden si è pronunciato in merito all’abolizione dell’obbligo della mascherina per i vaccinati. In Italia invece, secondo Pregliasco “è troppo presto“.

La situazione appare drammatica nei Paesi poveri e in quelli in via di sviluppo. Attualmente l’India, con i contagi in enorme crescita e decessi che superano le 200mila vittime, necessita di aiuti urgenti dagli Stati esteri. Ma non è solo l’India a destare preoccupazione: anche Paesi come Nepal, Sri Lanka, Vietnam, Thailandia, Egitto contano troppi contagi e decessi.

Il Covid19 ha provocato oltre 3,3 milioni di decessi dall’inizio della pandemia. E allo stato attuale delle cose, il secondo anno potrebbe provocare anche più decessi del primo. Solo il vaccino può fermare la pandemia. Necessario ora più che mai condividere i risultati della ricerca e le risorse per contrastare il contagio in tutto il mondo.

Ultime notizie