domenica, 26 Settembre 2021

Rimini, spiagge pronte per la seconda estate Covid: 15-18 metri quadrati per ombrellone

I lidi si stanno attrezzando per quest'estate. A Rimini vige la regola del "15-18 metri quadrati per ombrellone: 18 metri quadrati per il litorale nord della città, 15 per quello sud.

Da non perdere

Tre anni fa nessuno avrebbe mai pensato di ritrovarsi un bel giorno, dal nulla, in spiaggia a prendere il sole in un’area delimitata da barriere invisibili anti-contagio. Mai pensato di dover prendere il secchiello dei bimbi in riva al mare e spostarlo in uno “spazio vitale”, privato. Eppure è la realtà. Precauzioni a destra e a manca, mascherine al posto degli occhiali da sole, per evitare abbronzature imbarazzanti, e priorità all’amuchina piuttosto che alla crema solare. È il destino della “generazione Covid-19”.

Sulla base di prospettive poco entusiasmanti come questa, i lidi si stanno attrezzando per quest’estate, come quelli di Rimini dove vige la regola del “15-18 metri quadrati per ombrellone: 18 metri quadrati per il litorale nord della città, 15 per quello sud; in più, orario d’apertura esteso fino alle 22 e delivery in spiaggia. Regola che desta preoccupazioni vista l’esperienza estiva dello scorso anno.

Sarà questo il contenuto della nuova ordinanza comunale che entrerà in vigore a fine mese. Questa mattina l’assessora al Demanio, Roberta Frisoni, ha incontrato gli operatori balneari per discutere sul tema. L’ordinanza ripresenta le misure adottate nella stagione passata, la prima ad aver fatto i conti con uno scenario del tutto nuovo.

Più precisamente, definisce che per gli stabilimenti dal 99 al 130, dove l’arenile è più corto, è stata decisa una misura che fissa gli ombreggi a 12 metri quadrati, limite minimo stabilito dall’ordinanza regionale. Per quanto riguarda gli orari, invece, tra il 29 maggio e il 12 settembre si prevede la concessione della permanenza dei clienti e dell’utilizzo dei servizi, messi loro a disposizione, fino alle 22. Mentre per il delivery, anche questa possibilità è stata confermata purché il consumo abbia luogo sotto il proprio ombrellone e  prevedendo un servizio ‘plastic free‘.

Più spazio per le persone, più opportunità per vivere all’aria aperta, una costante attenzione all’ambiente e alla sostenibilità”: è con queste parole che l’assessora Frisoni riassume le intenzioni alla base del modello organizzativo che le spiagge di Rimini presenteranno quest’estate.

Ultime notizie