sabato, 15 Giugno 2024

Corea del Sud, la risposta al lancio di spazzatura: stop all’accordo intercoreano

In questo specifico caso, durante il controllo, l’ente non sarebbe stato in grado di giustificare la completa scomparsa di uno dei natanti e l’abbandono del secondo presso un cantiere navale. Con tanto di sparizione dei tre motori entrobordo di cui era dotato in origine. Oltre alle sei segnalazioni di soggetti la cui posizione è ora al vaglio della Procura, in un caso è scattato anche il sequestro di un’imbarcazione.

Da non perdere

Il Consiglio di sicurezza nazionale di Seul ha sospeso l’accordo militare del 2018 sulla riduzione delle tensioni tra i due Paesi in risposta all’invio da parte della Corea del Nord di palloncini pieni di rifiuti verso il territorio sudcoreano.

soldato corea del sud

La risposta della Corea del Sud
L’ufficio di presidenza della Corea del Sud aveva già annunciato la decisione di sospendere del tutto l’attuazione dell’accordo, proposta dal Consiglio di sicurezza nazionale sudcoreano e oggi è stata sottoposta al Consiglio dei ministri del governo di Seul.

Secondo alcuni osservatori, la sospensione  potrebbe anticipare la piena ripresa delle attività  di propaganda anti-Pyongyang dal territorio sudcoreano, tramite l’invio su palloni aerostatici di manifesti, musica pop e notizie.

propaganda anti-pyongyang

Le parole del vice consigliere
Il vice consigliere Kim Tae-hyo, afferma che le recenti provocazioni di Pyongyang hanno causato danni e minacce reali ai cittadini sudcoreani e hanno avuto un impatto negativo sulla preparazione dell’esercito, dichiarando: “Questa misura consentirà l’addestramento militare vicino alla linea di demarcazione intercoreana, che è stata limitata dall’accordo, e consentirà risposte più adeguate e immediate alle provocazioni nordcoreane. Il governo adotterà tutte le misure necessarie per proteggere la vita e la sicurezza dei nostri cittadini”.

vice governatore

Ultime notizie