domenica, 14 Aprile 2024

Gaza, nuovi attacchi mentre Blinken chiede per il cessate il fuoco: proteste a Tel Aviv per il rilascio degli ostaggi

Una serie di raid ha colpito la Striscia di Gaza mentre gli sforzi per raggiungere un accordo di cessate il fuoco tra Israele e Hamas sono ancora in corso.

Da non perdere

Una serie di raid ha colpito la Striscia di Gaza mentre gli sforzi per raggiungere un accordo di cessate il fuoco tra Israele e Hamas sono ancora in corso. Il Segretario di Stato americano Antony Blinken ha annunciato che si recherà in Arabia Saudita oggi e in Egitto domani, come parte del suo sesto viaggio in Medio Oriente dall’inizio del conflitto. La sua missione è quella di discutere con i leader regionali su come stabilire una pace duratura nella regione.

Tuttavia, nella notte scorsa si è verificata un’altra tragedia umanitaria a Gaza City, nella rotonda del Kuwait. Ventiquattro persone sono state uccise e numerose altre ferite mentre aspettavano gli aiuti umanitari. L’attacco ha colpito non solo i camion dei soccorsi, ma anche le persone radunate e le strutture pubbliche circostanti. Al Jazeera riporta che un punto di distribuzione alimentare nel campo profughi di Jabalia è stato distrutto durante un raid israeliano.

Altre notizie drammatiche emergono dai raid israeliani, con una casa nel centro di Gaza City colpita, causando la morte di 15 persone, principalmente donne e bambini. Il fratello del proprietario della casa ha riferito ad Al Jazeera che le vittime erano persone pacifiche, che si erano appena addormentate dopo aver consumato il pasto serale.

A Tel Aviv, intanto, si sono tenute nuove proteste dei parenti degli ostaggi trattenuti nella Striscia di Gaza dall’attacco del 7 ottobre. Essi chiedono al governo di Benjamin Netanyahu di negoziare immediatamente il rilascio degli ostaggi. I manifestanti hanno bloccato temporaneamente un tratto della Ayalon Highway, portando uno striscione con le foto dei membri del gabinetto di guerra e il messaggio “Dipende da voi, non tornate dal Qatar senza un accordo”.

In mezzo a queste tensioni, il ministero della Sanità di Gaza ha denunciato un pesante tributo umano: quasi 32.000 morti e 75.000 feriti dall’inizio dei raid israeliani sulla Striscia di Gaza. Nelle ultime 24 ore, sono stati riportati 104 morti e 162 feriti. L’IDF ha affermato di aver eliminato 90 terroristi e arrestato oltre 300 persone nell’ambito dell’operazione militare in corso presso l’ospedale Al Shifa, nel nord di Gaza.

Ultime notizie