lunedì, 15 Aprile 2024

“Facciamo un selfie, così l’Italia vede che sei umano”: lo street artist italiano Jorit e la foto con Putin a Sochi

Jorit, street artist italiano, ha compiuto un gesto insolito rivolgendosi direttamente al presidente russo Vladimir Putin con una richiesta singolare: scattare un selfie insieme.

Da non perdere

Durante il Festival mondiale della gioventù a Sochi, un incontro inusuale ha catturato l’attenzione di tutti i presenti. Jorit, street artist italiano, ha compiuto un gesto insolito rivolgendosi direttamente al presidente russo Vladimir Putin con una richiesta singolare: scattare un selfie insieme. Il momento, carico di significato, ha rappresentato un tentativo di sfatare preconcetti e propaganda, mostrando che Putin è, prima di tutto, un essere umano.

“Vorrei fare una foto con lei per dimostrare in Italia che la propaganda che viene diffusa non è vera. Lei è umano e siamo tutti umani, siamo tutti parte della razza umana”, ha dichiarato Jorit, sottolineando la sua volontà di promuovere l’unità e la comprensione tra i popoli. In risposta, Putin, con il suo consueto sarcasmo, ha accettato di concedere il selfie sul palco del festival.

Questo gesto spontaneo di Jorit rappresenta un momento di dialogo e apertura, mostrando che nonostante le differenze politiche, esiste la possibilità di trovare punti di contatto e di comprensione reciproca. L’interazione tra il presidente russo e il giovane italiano riflette una volontà comune di superare le barriere e di promuovere un dialogo costruttivo tra le nazioni.

Questo episodio non è isolato: in passato, altri giovani italiani hanno avuto l’opportunità di interagire direttamente con Putin. Questi incontri dimostrano la volontà dei giovani di avvicinarsi alla politica e di influenzare positivamente il panorama internazionale, promuovendo la pace e la collaborazione tra i popoli.

Ultime notizie