lunedì, 15 Aprile 2024

Ucraina, attacchi russi su Dnipro e Odessa: in arrivo nuove sanzioni degli USA contro Mosca

Le tensioni tra Russia e Stati Uniti si acuiscono ulteriormente con l'annuncio di nuove sanzioni degli USA contro Mosca, che colpiranno circa 500 obiettivi.

Da non perdere

La tensione nella regione continua a crescere con gli attacchi russi nella notte contro l’Ucraina, che hanno provocato vittime civili e danni significativi. Secondo le ultime informazioni, tre civili sono stati uccisi in un attacco contro Odessa, mentre almeno otto persone sono rimaste ferite nell’attacco a Dnipro.

Il governatore dell’Oblast di Odessa, Oleh Kiper, ha riferito tramite Telegram che un drone si è schiantato contro l’edificio di un’impresa civile nella zona costiera, causando vittime tra i civili. Nel frattempo, il governatore regionale Serhii Lysak ha confermato che un condominio e un’impresa sono stati colpiti a Dnipro, provocando feriti tra la popolazione locale.

Le difese aeree ucraine hanno abbattuto cinque droni su tre distretti dell’oblast di Dnipropetrovsk, come parte del tentativo di contrastare gli attacchi russi. L’esercito ucraino ha riportato di aver abbattuto 23 dei 31 droni lanciati dalla Russia nella notte, intercettando i velivoli su diverse città, tra cui Odessa, Dnipropetrovsk, Poltava, Mykolaiv e Kharkiv. Inoltre, sono stati lanciati missili da diverse posizioni, ma non è chiaro se abbiano colpito obiettivi specifici.

Le tensioni tra Russia e Stati Uniti si acuiscono ulteriormente con l’annuncio di nuove sanzioni degli USA contro Mosca, che colpiranno circa 500 obiettivi. Le misure sono state adottate in un momento in cui gli Stati Uniti cercano di attribuire responsabilità a Vladimir Putin per il conflitto in corso con l’Ucraina e per la morte di Alexei Navalny, leader dell’opposizione russa.

Il vice segretario al Tesoro Wally Adeyemo ha dichiarato che le sanzioni sono volte a impedire alla Russia di ottenere risorse per il suo arsenale militare e a rallentare la crescita economica del paese.

Intanto, secondo lo Stato maggiore delle forze armate ucraine, la Russia ha subito pesanti perdite dall’inizio del conflitto nel febbraio 2022, con oltre 408.000 soldati uccisi e la distruzione di numerosi mezzi militari e attrezzature.

La situazione rimane fluida e in continua evoluzione, mentre la comunità internazionale cerca soluzioni per porre fine al conflitto e garantire la sicurezza nella regione.

Ultime notizie