martedì, 27 Febbraio 2024

Rincaro prezzi carburante, forte aumento per benzina e gasolio

Questo aumento ha causato un significativo aumento delle medie nazionali dei prezzi

Da non perdere

Nel contesto delle continue variazioni delle quotazioni internazionali dei prodotti petroliferi, i prezzi sulla rete carburanti hanno subito un ulteriore aumento nel fine settimana, con particolare riferimento al gasolio.

Le principali compagnie petrolifere, tra cui Eni, Q8, Tamoil e IP, hanno incrementato i prezzi raccomandati di benzina e diesel di uno o due centesimi al litro, rispettivamente. Questo aumento ha causato un significativo aumento delle medie nazionali dei prezzi alla pompa.

Secondo i dati forniti dai gestori all’Osservaprezzi del Mimit e elaborati da Quotidiano Energia, aggiornati alle ore 8 di ieri, il prezzo medio praticato della benzina in modalità self è ora pari a 1,853 euro al litro, rispetto ai precedenti 1,833 euro, con le varie compagnie che praticano prezzi compresi tra 1,851 e 1,869 euro al litro (senza logo 1,830 euro). Analogamente, il prezzo medio del diesel self è salito a 1,820 euro al litro, rispetto ai precedenti 1,797 euro, con variazioni tra 1,816 e 1,836 euro al litro (senza logo 1,800 euro).

Per quanto riguarda il servizio di erogazione assistita, il prezzo medio praticato della benzina è ora di 1,988 euro al litro, rispetto ai precedenti 1,973 euro, con variazioni tra 1,934 e 2,072 euro al litro nei distributori colorati (senza logo 1,885 euro). Per il diesel servito, il prezzo medio è aumentato a 1,956 euro al litro, rispetto ai precedenti 1,936 euro, con i punti vendita delle compagnie che praticano prezzi medi compresi tra 1,900 e 2,040 euro al litro (senza logo 1,854 euro).

Infine, per il Gpl i prezzi medi praticati variano tra 0,725 e 0,742 euro al litro (senza logo 0,709 euro), mentre per il metano auto si registrano prezzi medi compresi tra 1,376 e 1,528 euro al chilogrammo (senza logo 1,375 euro).

Ultime notizie