lunedì, 26 Febbraio 2024

Corea del Nord, Kim Jong Un minaccia l’occupazione della Corea del Sud: stato di allerta. “Sudcorea nemico primario, pronti a occuparla”

Il leader nordcoreano, Kim Jong Un, ha dichiarato la sua volontà di occupare la Corea del Sud in caso di emergenza, definendola il principale nemico del suo paese. Le sue parole sono state pronunciate in occasione del 76° anniversario della fondazione dell'Esercito Popolare Coreano.

Da non perdere

Il leader nordcoreano, Kim Jong Un, ha dichiarato la sua volontà di occupare la Corea del Sud in caso di emergenza, definendola il principale nemico del suo paese. Le sue parole sono state pronunciate in occasione del 76° anniversario della fondazione dell’Esercito Popolare Coreano.

Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa centrale coreana (Kcna), Kim ha definito i sudcoreani come il nemico principale e ha giustificato l’eventuale occupazione del loro territorio come una misura necessaria per garantire la sicurezza della Corea del Nord e la stabilità futura della regione.

Parallelamente, si registrano segnali di preparativi bellici da parte della Corea del Nord. Nel dicembre scorso, Kim avrebbe impartito ordini per accelerare i preparativi di guerra, concentrandosi in particolare sul programma nucleare. Durante una riunione del Partito dei Lavoratori, il leader nordcoreano avrebbe delineato i compiti dell’Esercito Popolare e dell’industria bellica, sottolineando l’importanza di accelerare ulteriormente tali preparativi.

Kim ha attribuito l’escalation delle tensioni nella penisola alla “grave” situazione politica e militare, causata dalle “mosse” degli Stati Uniti e delle “loro forze vassalle” contro la Corea del Nord. Tali azioni, secondo il leader nordcoreano, sono senza precedenti nella storia e hanno contribuito ad aggravare la situazione già tesa nella regione.

Le dichiarazioni di Kim Jong Un evidenziano un clima di crescente tensione e instabilità nella penisola coreana, con la prospettiva di un ulteriore deterioramento delle relazioni tra Nord e Sud. La comunità internazionale resta in allerta di fronte a queste crescenti minacce, consapevole dei rischi che una possibile escalation bellica potrebbe comportare per la pace e la sicurezza mondiale.

Ultime notizie