venerdì, 1 Marzo 2024

Proteste dei trattori a Roma, in attesa di un incontro con il ministro Lollobrigida

La richiesta principale resta un incontro con il Ministro Lollobrigida, la cui ufficializzazione è attesa nel corso della giornata. Parallelamente, i trattori progettano una sfilata lungo il Gra di Roma nella serata odierna

Da non perdere

L’agitazione agricola raggiunge la capitale. In una mattinata caratterizzata da una manifestazione simbolica a San Giovanni, gli agricoltori del movimento Riscatto Agricolo annunciano una sfilata pacifica lungo il Grande Raccordo Anulare nella serata odierna. Tuttavia, nonostante l’indignazione, mantengono un atteggiamento collaborativo in attesa di un incontro con il Ministro dell’Agricoltura, Francesco Lollobrigida.

“Questa mattina, intorno alle 9, partiremo con quattro trattori dal presidio di via Nomentana. Dopo aver compiuto un breve percorso nel centro della città, ci fermeremo per circa mezz’ora in piazza San Giovanni. Successivamente, faremo ritorno al punto di partenza”, spiegano Salvatore Fais e Maurizio Senigagliesi, portavoce del coordinamento nazionale di Riscatto Agricolo, sottolineando l’intenzione di non arrecare disagi ai cittadini romani.

La richiesta principale resta un incontro con il Ministro Lollobrigida, la cui ufficializzazione è attesa nel corso della giornata. Parallelamente, i trattori progettano una sfilata lungo il Gra di Roma nella serata odierna, ringraziando le autorità locali per la collaborazione e ribadendo il loro impegno per la proposta piuttosto che per la protesta.

Intanto, il partito di Fratelli d’Italia deposita un emendamento al Milleproroghe, concordato con il Ministro Lollobrigida, per ritardare di sei mesi l’entrata in vigore dell’obbligo di assicurazione per i mezzi agricoli. Tale mossa conferma l’impegno del governo nel sostenere il settore agricolo attraverso misure di buonsenso.

Le tensioni si estendono anche a Sanremo, dove gli agricoltori sperano di portare le loro istanze direttamente sul palco del Festival. Dopo che la Rai ha annunciato che non ci sarà una rappresentanza dei trattori, il movimento insiste sulla necessità di far salire sul palco una delegazione per esporre le proprie ragioni direttamente ai cittadini italiani.

In questo contesto, cresce l’appello per un dialogo costruttivo con la Rai e con il direttore artistico Amadeus, al fine di chiarire le motivazioni dell’azione agricola e le relative richieste. Il governo, dall’altra parte, promette di considerare ulteriori interventi di sostegno per il settore agricolo, incluso l’esenzione dell’irpef per gli imprenditori agricoli.

Mentre l’agitazione agricola continua a far sentire la sua voce in diverse parti del paese, il governo assicura il suo impegno nel sostenere il settore e nel rappresentare le istanze degli agricoltori a livello europeo.

Ultime notizie