lunedì, 15 Aprile 2024

Guerra Ucraina-Russia, scontro notturno a colpi di droni: il conflitto continua a crescere

Nella notte, una pioggia di droni ha caratterizzato gli scontri tra Ucraina e Russia, con entrambe le parti che hanno riportato abbattimenti e distruzioni.

Da non perdere

Nella notte, una pioggia di droni ha caratterizzato gli scontri tra Ucraina e Russia, con entrambe le parti che hanno riportato abbattimenti e distruzioni. Le forze di difesa aerea russe affermano di aver distrutto 21 droni ucraini nelle regioni di Crimea, Belgorod, Bryansk, Kaluga e Tula. Dall’altra parte, l’Ucraina sostiene di aver abbattuto 15 dei 35 droni lanciati dalla Russia.

Le forze russe sembrano aver attaccato anche con missili S-300, mirando all’oblast di Donetsk. Secondo l’aeronautica militare ucraina, sono stati abbattuti 15 droni nelle regioni di Mykolaiv, Sumy, Cherkasy, Kirovohrad, Dnipropetrovsk, Kharkiv, Kherson e Kiev. I droni hanno mirato alle infrastrutture energetiche e alle strutture civili e militari lungo la linea del fronte e al confine russo.

Inoltre, l’Ucraina afferma che la Russia ha subito pesanti perdite umane e materiali, con un totale di 384.140 soldati russi morti dall’inizio del conflitto. I dati, non verificabili, includono la perdita di numerosi carri armati, veicoli corazzati, sistemi di artiglieria, droni e altro.

La situazione sul campo sembra essere entrata in una nuova fase, con le forze russe in azione lungo tutta la linea di contatto. La guerra, che dura da quasi due anni, mostra segni di intensificazione dopo un periodo di stallo. L’Ucraina ha annunciato una ritirata strategica dal villaggio di Krokhmalne per consolidare posizioni più vantaggiose, citando la crescente pressione russa con attacchi di artiglieria e avanzamenti sul terreno.

Il conflitto in Ucraina, con la sua complessità e gli sviluppi dinamici, continua a essere un punto focale di tensione internazionale, con la comunità internazionale che osserva con crescente preoccupazione l’evolversi degli eventi.

Ultime notizie