domenica, 14 Aprile 2024

Israele, visita di Blinken: proteste alla Knesset e richiesta elezioni subito

I manifestanti, contrari al governo del premier Benjamin Netanyahu, stanno chiedendo "elezioni subito" e stanno impedendo l'accesso in Aula dei deputati attraverso un sit-in.

Da non perdere

Il segretario di Stato degli Stati Uniti, Antony Blinken, è attualmente in visita in Israele, ma la sua presenza è stata accolta da proteste davanti alla Knesset, il Parlamento israeliano a Gerusalemme. I manifestanti, contrari al governo del premier Benjamin Netanyahu, stanno chiedendo “elezioni subito” e stanno impedendo l’accesso in Aula dei deputati attraverso un sit-in.

Gli organizzatori della manifestazione hanno espresso la loro delusione riguardo alle azioni del governo, sottolineando il fallimento delle misure adottate, l’abbandono di ostaggi, danni alla reputazione internazionale di Israele, divisioni interne e l’uso improprio dei fondi pubblici per interessi personali.

Nonostante le pressioni e le richieste di rimpasto, il primo ministro Netanyahu sembra non avere intenzione di rimuovere nessuno dei suoi ministri. Tuttavia, sono in corso colloqui riguardo alla chiusura di ministeri considerati “minori” con la possibilità di offrire “compensazioni” ai ministri interessati.

Durante la visita, Blinken avrà un incontro con il premier Netanyahu, in cui si prevede che chiederà di dichiarare la fine della “fase militare” della guerra nella Striscia di Gaza e passare a “raid mirati”. L’obiettivo è anche convincere Emirati Arabi Uniti e Arabia Saudita a utilizzare la loro influenza per evitare un’escalation del conflitto.

La situazione politica in Israele resta tesa, con le richieste di elezioni imminenti e una serie di sfide da affrontare per il governo di Netanyahu. La visita di Blinken potrebbe avere ripercussioni significative sulla stabilità della regione.

Ultime notizie