domenica, 14 Aprile 2024

Israele bombarda zone sfollate, almeno 20 morti: tra i colpiti molti bambini

L'esercito israeliano aveva precedentemente dato istruzioni alle persone di rifugiarsi in quest'area.

Da non perdere

Israele ha lanciato una serie di bombardamenti nelle vicinanze della zona di evacuazione di al-Mawasi, causando la morte di almeno 20 persone, di cui molte sono bambini. L’esercito israeliano aveva precedentemente dato istruzioni alle persone di rifugiarsi in quest’area.

Il network Al Jazeera riporta che in una delle incursioni, una casa vicina all’area di evacuazione è stata distrutta, causando la morte di due famiglie che vi si erano rifugiate, con un totale di 14 vittime. La vittima più giovane aveva solo cinque anni, mentre la maggioranza delle vittime era composta da bambini di età inferiore ai 10 anni.

In un altro episodio separato, riportato dall’agenzia palestinese Wafa, un attacco aereo ha colpito terreni agricoli a ovest di Khan Yunis, dove erano rifugiati degli sfollati, provocando la morte di altre 6 persone.

La situazione si è aggravata ulteriormente con il bombardamento del quartier generale della Mezzaluna Rossa palestinese a Khan Yunis. L’organizzazione umanitaria ha dichiarato che un raid ha colpito il quinto piano della sede, causando la morte di una persona e il ferimento di altre 6.

La Mezzaluna Rossa ha diffuso video che documentano l’attacco e ha descritto il panico e la paura tra gli sfollati a seguito di questi gravi eventi. La comunità internazionale è stata chiamata a reagire e ad intervenire per fermare la violenza e proteggere la popolazione civile in mezzo a questa escalation di tensioni nella regione.

Ultime notizie