domenica, 14 Aprile 2024

Meteo, San Silvestro sotto la pioggia e la neve: le temperature restano però superiori alla media stagionale

Il weekend sarà caratterizzato da due fasi distinte: il primo giorno (sabato 30 dicembre) sarà asciutto e stabile, mentre il secondo giorno (domenica 31 dicembre), noto come San Silvestro, vedrà l'arrivo di pioggia e neve.

Da non perdere

Le previsioni meteorologiche per l’Italia indicano un San Silvestro all’insegna di temperature superiori alla media stagionale, sebbene si profilino condizioni meteorologiche instabili dovute a una rapida perturbazione atlantica. Secondo Antonio Sanò, fondatore di www.iLMeteo.it, un ciclone sulle Isole Britanniche potrebbe portare a un parziale peggioramento delle condizioni meteo per la fine dell’anno, senza tuttavia causare significative e persistenti diminuzioni delle temperature.

Nelle prossime ore, l’anticiclone nordafricano manterrà temperature 7-8 gradi superiori alle medie di dicembre nelle regioni adriatiche e settentrionali. Sul versante tirrenico, a causa di una nuvolosità bassa, si verificheranno anomalie di 3-4 gradi oltre la media diurna e 7-8 gradi in più durante la notte. La parte occidentale, la Pianura Padana e a tratti la Sardegna, vedranno cieli grigi a causa della spinta umida dei venti marittimi, con possibili piovaschi in Liguria di Levante e nell’Alta Toscana.

Il weekend sarà caratterizzato da due fasi distinte: il primo giorno (sabato 30 dicembre) sarà asciutto e stabile, mentre il secondo giorno (domenica 31 dicembre), noto come San Silvestro, vedrà l’arrivo di pioggia e neve.

Nel dettaglio, le prime piogge inizieranno al mattino su Valle d’Aosta, Liguria, Toscana e Lombardia, con fiocchi di neve sulle Alpi oltre i 1300 metri. Nel pomeriggio, i fenomeni si intensificheranno su queste zone e coinvolgeranno anche Lazio ed Umbria. Durante la serata, soprattutto all’ora del brindisi, si consiglia di avere un ombrello a portata di mano nelle regioni settentrionali, dalla Liguria alla Toscana, dal Lazio alla Campania, mentre altrove i fuochi d’artificio non dovrebbero essere disturbati dalla pioggia.

Il nuovo anno, il 2024, inizierà con alcuni ombrelli aperti e la possibilità di grandi fiocchi di neve nelle Alpi centro-orientali fino alle prime ore del mattino. Successivamente, la perturbazione si sposterà verso i Balcani, con residui piovaschi tra Bassa Toscana, Lazio e Campania. Anche le Isole Maggiori vedranno le prime precipitazioni del 2024, ma di debole intensità.

Nonostante il passaggio di questa perturbazione britannica, le temperature rimarranno miti e al di sopra della media fino al 5 gennaio. Successivamente, si prospetta l’arrivo di un possibile intenso “Ciclone della Befana” con un calo delle temperature e abbondanti piogge e nevicate in Italia a partire dal 6 gennaio.

In sintesi, le temperature sopra la media accompagneranno il passaggio dell’anno, ma è consigliabile monitorare attentamente le previsioni meteorologiche e seguire le indicazioni delle autorità sanitarie per un inizio del 2024 sicuro e consapevole

Ultime notizie