lunedì, 20 Maggio 2024

Italia, allerta terrorismo per le Feste di Capodanno: circolare del Capo della Polizia

Un'allerta sul rischio di attacchi terroristici durante le festività di Capodanno è stata lanciata dal Capo della Polizia, Vittorio Pisani, attraverso una circolare inviata a prefetture e questure.

Da non perdere

Un’allerta sul rischio di attacchi terroristici durante le festività di Capodanno è stata lanciata dal Capo della Polizia, Vittorio Pisani, attraverso una circolare inviata a prefetture e questure. La comunicazione sottolinea che il contesto politico internazionale attuale, caratterizzato da crescenti tensioni, soprattutto nell’area mediorientale, ha aumentato il rischio di azioni di natura terroristica.

La circolare avverte che i festeggiamenti di fine anno nelle principali piazze cittadine, locali e ristoranti, che attireranno numerose persone, devono essere gestiti con particolare attenzione per la tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica. I prefetti e i questori sono invitati a pianificare tempestivamente dispositivi di sicurezza adeguati, specialmente per gli eventi organizzati in luoghi pubblici e nelle zone tradizionalmente affollate a mezzanotte.

Si consiglia di adottare misure organizzative per evitare eccessivi assembramenti, con specifici servizi di vigilanza dall’alto per individuare e gestire eventuali criticità. La circolare richiede anche attenzione per contrastare episodi di criminalità diffusa, intemperanze e la possibile presenza di gruppi numerosi di giovani, richiamati attraverso i social, che potrebbero causare condotte illecite durante situazioni di affollamento.

Saranno effettuati mirati controlli preventivi, ispezioni e bonifiche nei luoghi degli eventi. La circolare evidenzia inoltre che i festeggiamenti di Capodanno, specialmente quelli di grande visibilità mediatica, potrebbero essere sfruttati per iniziative contestative e dimostrative, anche con modalità eclatanti.

La pianificazione dei dispositivi di sicurezza dovrà dedicare particolare attenzione al potenziamento delle attività di controllo del territorio e a carattere informativo per individuare tempestivamente segnali e informazioni relativi all’organizzazione di raduni o feste illegali, come i rave party.

Ultime notizie