venerdì, 23 Febbraio 2024

Israele-Hamas, estendere la tregua oltre il 3 dicembre: oggi il rilascio di altri prigionieri

Gli sforzi diplomatici sono attualmente in corso per estendere la tregua tra Israele e Hamas, che si trova nel sesto giorno e potrebbe concludersi oggi.

Da non perdere

Gli sforzi diplomatici sono attualmente in corso per estendere la tregua tra Israele e Hamas, che si trova nel sesto giorno e potrebbe concludersi oggi. L’ufficio del primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, ha ricevuto una lista di ostaggi israeliani da liberare nell’ambito dell’accordo. Tuttavia, nonostante la possibilità di prolungare la tregua, fonti citate da Haaretz indicano che Israele potrebbe non essere disposto a estendere il cessate il fuoco oltre il 3 dicembre.

Colloqui in corso in Qatar tra il capo del Mossad israeliano, il capo della CIA americana e il primo ministro del Qatar stanno esplorando l’ampliamento del numero di ostaggi israeliani per il rilascio e la possibilità di una tregua più lunga. Nel frattempo, Hamas sta cercando di estendere la tregua e ha rilasciato altri 12 ostaggi, portando il totale a 85 rilasciati negli ultimi cinque giorni.

La Casa Bianca esprime speranza per il rilascio di alcuni americani, anche se finora nessun cittadino statunitense è stato liberato. L’accordo prevede la possibilità di estendere il cessate il fuoco fino a un totale di 10 giorni, a condizione che Hamas rilasci almeno altri 10 ostaggi al giorno e Israele liberi detenuti della sicurezza in rapporto di tre prigionieri per ogni ostaggio.

Inoltre, Hamas ha annunciato il rilascio di due ostaggi russi come gesto di apprezzamento per la posizione del presidente Vladimir Putin sulla guerra a Gaza. I ministri degli Esteri del G7 hanno emesso una dichiarazione congiunta favorevole alla prolungazione della tregua per facilitare il rilascio degli ostaggi e l’invio di aiuti umanitari, pur ribadendo il diritto di Israele a difendersi secondo le leggi internazionali.

Ultime notizie