giovedì, 29 Febbraio 2024

Umbria, forte scosse di terremoto: chiuse le scuole e sospesi i treni

Nel pomeriggio di ieri, in Umbria, si sono registrate diverse scosse di terremoto. In via precauzionale sono state chiuse le scuole e sospesa la circolazione ferroviaria.

Da non perdere

Giovedì, 9 febbraio, alle ore 20:08 è stato registrato della Rete Sismica Nazionale un terremoto di magnitudo ML 4,6. L’epicentro è stato localizzato a 6 km da Umbertide in provincia di Perugia a una profondità di circa 8 km.

Nel pomeriggio, alle ore 16:05 si era verificato un altro sisma, nella stessa zona, di magnitudo ML 4,4. Più tardi sono state registrate altre scosse ma di basso magnitudo. Dopo la forte scossa delle ore 20:08, a cinque minuti di distanza, è stato registrato un nuovo evento sismico di magnitudo ML 3,9 registrato nella stessa area a sud di Umbertide. Le scosse si erano risentite ampiamente in tutta la regione Umbria ed in maniera più lieve nelle regioni limitrofi.

Alle ore 20:30 sono stati registrati già una trentina di terremoti, solo 5 di questi erano con magnitudo maggiore di 2.0. Dopo il sisma del pomeriggio, la gente è uscita in strada per la paura. In modo precauzionale sono stati presi una serie di provvedimenti tra cui la chiusura di tutte le scuole in numerosi comuni: a Umbertide e Perugia chiuse venerdì e sabato, nei altri comuni solo venerdì. Sospesa la circolazione ferroviaria nella ex Fcu, con l’attivazione di bus sostitutivi. La Regione Umbria aveva comunicato la chiusura per la giornata di venerdì per tutti i suoi uffici.

Dopo le verifiche della Protezione Civile e le squadre dei Vigili del Fuoco sono stati evacuati circa 30 persone tra Pierantono, Abadia, Montecorona, Pian d’Assino e Umbertide. A Montecorona è stat danneggiata gravemente la ex stazione ferroviaria. La Regione Umbria ha fatto sapere che non sono pervenute altre richieste di sopraluogo o segnalazioni di danni.

Ultime notizie