lunedì, 26 Febbraio 2024

Brasile, Bolsonaro ritorna in patria: a marzo tornerà a guidare l’opposizione

Bolsonaro torna in Brasile per guidare l'opposizione e difendersi dalle accuse che gli sono state lanciate quando era in Florida

Da non perdere

L’ex presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, torna a marzo in Brasile per guidare l’opposizione di destra del governo del presidente Luiz Ignacio Lula da Silva e per difendersi dalle accuse lanciate quando era in Florida. In un’intervista al Wall Street Journal, Bolsonaro ha detto “il movimento di destra non è morto e vivrà”.

Bolsonaro, con i suoi sostenitori al Congresso e nei governi statali, vuole promuovere le politiche a favore delle imprese, sull’aborto, sul controllo delle armi e altre politiche contrarie ai valori della famiglia. L’ex presidente non ha ammesso la sua sconfitta e vuole moderare le sue critiche riguardo il risultato elettorale. “Perdere fa parte del processo elettorale”, ha dichiarato.

Bolsonaro, inoltre, riconosce i rischi legali che comporta il suo rientro in Brasile. I pubblici ministeri lo avevano accusato di aver incitato alla rivolta il popolo sui social media contro le frode elettorali. Anche di aver tentato un’insurrezione in Brasilia contro gli edifici governativi. Infine, quella di voler rovesciare il nuovo governo. Ma Bolsonaro nega tali accuse perchè era in Florida quando si sono verificati questi disordini. “Non ero nemmeno qua. Vogliono dare la colpa a me”.

In un futuro, Bolsonaro non sa ancora se si candiderà alla carica di presidenza in Brasile perchè ha ammesso che il lavoro è stato difficile.

Ultime notizie