venerdì, 21 Giugno 2024

Minacce, estorsione e una bomba carta davanti a casa 3 in manette: “Sappiamo pure quando vai a cagare dacci 8 mila euro”

Una coppia è stata minacciata per giorni, perfino con una bomba carta posizionata davanti a casa. Dopo la denuncia sono scattate le indagini. In tre sono finiti in manette con l'accusa di tentata estorsione in concorso.

Da non perdere

Minacciati e attaccati. Protagonisti di questa vicenda una coppia del Comune di Brughiero, in provincia di Monza e della Brianza. L’intimidazione di essere gambizzato davanti alla propria famiglia e la minaccia del posizionamento di una bomba davanti a casa; frasi esplicite quali “Io so dove vanno a scuola tuo figlio e tua figlia e anche tua moglie”; “So pure quando vai a cagare da due mesi che ti osservano, hai capito?”; “Quando tu vedrai le nostre facce… e capirai cognomi è un’altra storia”. Avvertimenti che la coppia ha ricevuto dal loro vessatore fino all’esplosione di una bomba carta piazzata davanti a casa. Lo scopo era ottenere 8mila euro.

La coppia ha denunciato tutto, spiegando che per giorni hanno ricevuto numerose chiamate da un’utenza anonima il cui interlocutore, sempre lo stesso, intimava il pagamento della somma di denaro, minacciando gravi ripercussioni in caso contrario. Dopo aver raccolto la denuncia dalle vittime, i Carabinieri hanno subito avviato le indagini. Grazie all’incrocio dei tabulati telefonici e al controllo dei varchi d’ingresso e d’uscita nel Comune di Brugherio, sono riusciti a scovare l’autore delle telefonate, un 29enne del Milanese. Con lui altre due persone, ritenuti tutti e tre responsabili dei fatti. Arrestati, sono finiti in manette con accusa di tentata estorsione in concorso.

Ultime notizie