venerdì, 21 Giugno 2024

Emergenza carceri, compagni fuori con un permesso: resta solo in cella detenuto si suicida a 20 anni

Il 20enne ritrovato con un lenzuolo stretto attorno al collo. Vano qualsiasi tentativo di rianimazione, per il ragazzo non c'è stato nulla da fare. Detenuto in carcere per reati contro il patrimonio, era rimasto completamente solo in cella poiché gli altri due compagni erano riusciti a ottenere un permesso.

Da non perdere

Tragedia nella casa circondariale di Torre del Gallo, in provincia di Pavia, dove un detenuto di soli 20 anni si è tolto la vita. Il dramma si è consumato mercoledì scorso, 28 dicembre. A quanto pare il giovane, di origini italo-albanesi, e detenuto in carcere per reati contro il patrimonio, era rimasto completamente solo in cella poiché gli altri due compagni erano riusciti a ottenere un permesso. Il 20enne avrebbe stretto con forza un lenzuolo attorno al suo collo; a quel punto un agente, dopo aver notato il ragazzo steso sul pavimento, ha subito lanciato l’allarme. Immediato l’intervento sul posto del medico del carcere assieme ai sanitari del 118 che hanno provato a rianimarlo prima di trasportarlo d’urgenza al Pronto Soccorso del Policlinico San Matteo di Pavia; purtroppo, per il 20enne non c’è stato nulla da fare. Si tratta del sesto suicidio registrato nell’anno in corso nei penitenziari lombardi.

Ultime notizie