mercoledì, 12 Giugno 2024

Senza nome e certificato di nascita: bimba fantasma “depositata” dal nonno ai servizi sociali

Dopo la nascita in un ospedale francese la mamma è uscita senza le dimissioni ufficiali e senza un certificato di nascita della piccola, venuta l mondo due mesi fa. Il padre al momento non risulta rintracciabile.

Da non perdere

Senza certificato di nascita e, per di più, assente nello stato di famiglia dei genitori. Così una neonata di appena 2 mesi è stata lasciata dal nonno materno direttamente negli uffici dei servizi sociali dell’Ausl di Rimini. A oggi, i Carabinieri sono a lavoro per ricostruire la storia della piccola, nata in un ospedale francese lo scorso ottobre e giunta a Rimini con altri 4 fratellini. Nel frattempo, la mamma della neonata si trova nella casa circondariale di Forlì, dopo aver confessato alcuni reati precedenti.

Chi sono i “i bimbi fantasma”

Quello della piccola di soli 2 mesi è uno dei tanti casi di bimbi fantasma, vale a dire coloro che, in assenza di una valida documentazione certificata, di fatto non esistono per lo Stato italiano. Pare che dopo la nascita in una struttura ospedaliera francese, la mamma sia tranquillamente uscita senza le dimissioni ufficiali e senza un certificato di nascita. Una volta giunta a Rimini, la donna si sarebbe costituita all’Autorità Giudiziaria per vecchi reati prima di essere trasferita nel carcere di Forlì. La piccola, a quel punto, sarebbe stata affidata assieme a una sorellina di 14 mesi ai nonni materni; gli altri tre fratellini avrebbero già lasciato l’Italia con il padre che, al momento, non risulta rintracciabile. Il caso della neonata fantasma è venuto alla luce qualche sera prima del 25 dicembre quando la piccola è arrivata al Pronto Soccorso di Rimini con tosse e raffreddore, in compagnia della zia. Da qui, le prime segnalazioni alla Procura e ai servizi minori dell’Ausl. Qualche giorno dopo Natale, il nonno della piccola ha lasciato la nipotina alle cure dei servizi sociali dell’Ausl.

Ultime notizie