giovedì, 29 Febbraio 2024

Disabile precipitato dalla finestra durante la perquisizione, poliziotto arrestato per tortura

Un poliziotto è stato arrestato con l'accusa di aver torturato il 36enne disabile gettatosi dalla finestra del suo appartamento durante un controllo. Altri quattro sono stati indagati con l'accusa di falso ideologico e depistaggio.

Da non perdere

Svolta nelle indagini sul caso del 36enne di origini serbe, Omerovic Hasib, precipitato dalla finestra del suo appartamento durante un controllo della Polizia lo scorso 25 luglio. Un agente è stato arrestato con l’accusa di aver torturato il giovane, mentre altri quattro poliziotti sono stati indagati per falso ideologico. La Squadra Mobile di Roma, su richiesta della Procura della Repubblica, nel pomeriggio di ieri 21 dicembre, ha dato esecuzione a un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa nei confronti di un agente, in servizio al Distretto di Polizia di Primavalle, ritenuto gravemente indiziato di tortura ai danni del giovane di origini serbe Hasib Omerovic, precipitato dalla finestra durante un controllo presso la propria abitazione.

Il poliziotto è anche accusato di falso ideologico commesso da Pubblico Ufficiale in atti pubblici. Secondo quanto emerso all’agente viene contestato di aver causato nel ragazzo, affetto da sordomutismo un trauma psicologico tanto da indurlo a buttarsi dalla finestra nel tentativo di sfuggire alle condotte violente e minacciose in atto nei suoi confronti. Per lo stesso reato sono stati anche notificati quattro avvisi di garanzia ad altrettanti poliziotti indagati, a vario titolo, di falso ideologico commesso da Pubblico Ufficiale in atti pubblici e depistaggio, e nei cui confronti sono in corso attività di perquisizione.

Ultime notizie