giovedì, 22 Febbraio 2024

Biathlon, Johannes Bø fa 60 e infila la 5a di fila: sabato la sfida con Laegreid per il record

Johannes Bø ha vinto per dispersione la sprint di Annecy-Le Grand Bornand e ha archiviato la quinta vittoria di fila in Coppa del Mondo. Sabato gareggerà, partendo davanti a tutti per essere il primo biathleta a vincere 6 gare consecutive in una singola stagione.

Da non perdere

Johannes Thingnes Bø ha vinto per dispersione la sprint di Annecy-Le Grand Bornand e ha archiviato la quinta vittoria di fila in Coppa del Mondo, eguagliando il record suo, di Fourcade e di Bjoerndalen di 5 vittorie. Il norvegese, arrivato per l’occasione a quota 60 allori, è stato praticamente perfetto chiudendo senza errori e col miglior tempo sugli sci, sparando anche con tempi rapidissimi. Tuttavia, Sturla-Holm Laegreid non è stato da meno, dimostrando di essere l’unico che riesce a stare sul passo sugli sci di Johannes Bø e tiene aperta la lotta per l’inseguimento che potrebbe valere la sesta storica vittoria consecutiva per “Giovannino”. L’altro norvegese ha infatti chiuso a 17.6 secondi dal più quotato connazionale in un podio regale arricchito dalla presenza di Benedikt Doll, ex-campione mondiale nel format, che a chiuso a 38 secondi.

Quarto classificato lo svedese Martin Ponsiluoma che ha pagato l’errore nel tiro a terra, lui che ha pagato “solo” una trentina di secondi sugli sci da Bø. Quinto il russo di bandiera coreana Timofei Lapshin, autore di una gara pazzesca in cui ha chiuso il poligono in piedi in soli 18 secondi. I padroni di casa Claude e Fillon-Maillet settimo e ottavo, entrambi appesantiti da un errore nel poligono in piedi che comunque, anche se evitato non avrebbe permesso ai transalpini di chiudere sul podio la prima delle 3 gare di casa. In casa Italia, buona gara di Tommaso Giacomel che, con 2 errori, chiude 21esimo facendo segnare l’ennesimo buon tempo sugli sci. Buona gara anche del semi-esordiente Daniele Fauner che con un errore al poligono resta nei 60, in 51esima posizione e si qualifica per la gara a inseguimento di sabato. Fuori dai 60 e quindi eliminati dall’inseguimento purtroppo tutti gli altri azzurri.

Ultime notizie