giovedì, 9 Febbraio 2023

Chiede il rinnovo del permesso di soggiorno, ma è condannato per spaccio: espulso e riaccompagnato in patria

Già stato condannato dal Tribunale a un anno e 9 mesi di reclusione, in quanto sorpreso con oltre 20 grammi di cocaina da spacciare, l'uomo si è presentato in Questura per chiedere il rinnovo del permesso di soggiorno, ma è stato espulso perché ritenuto troppo pericoloso.

Da non perdere

Nei giorni scorsi, a Predappio, nella provincia di Forlì-Cesena, la Polizia di Stato ha espulso il quinto cittadino straniero pericoloso per l’ordine e per la sicurezza pubblica. Si tratta di un uomo d’origine albanese, già denunciato, arrestato e condannato per spaccio di sostanze stupefacenti. Il soggetto in questione è, infatti, già stato condannato dal Tribunale di Forlì ad un anno e 9 mesi di reclusione, in quanto sorpreso con oltre 20 grammi di cocaina da spacciare.

Secondo le ricostruzioni dell’Ufficio Immigrazione competente, l’uomo ha presentato nei mesi scorsi la richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno; tuttavia, proprio considerando la condanna di pericolosità, questa è stata respinta. Lo straniero è stato accompagnato direttamente in frontiera. Dopo essere stato rintracciato in un appartamento a Predappio, il giovane sarebbe stato condotto in Questura e, al termine della convalida, portato in aeroporto per ritornare in patria. Gli sarà vietato l’entrata nello spazio Schengen per i prossimi 5 anni.

Ultime notizie