martedì, 31 Gennaio 2023

Sci alpino, la CdM uomini fa tappa a Beaver Creek: sarà fuoco sulla Birds of Prey

La Coppa del Mondo di sci alpino maschile fa tappa negli USA a Beaver Creek per un weekend lungo di gare veloci che si preannuncia rovente. In programma 2 discese e 1 superG, Difficilissimo indicare i favoriti, sarà bagarre.

Da non perdere

La Coppa del Mondo di sci alpino maschile fa tappa negli Stati Uniti a Beaver Creek per un weekend lungo di gare veloci che si preannuncia rovente. Mai come quest’anno la corsa alla Coppa del Mondo di discesa libera appare incerta, almeno 7 atleti partono per salire sul podio in ogni gara e lo show è sempre assicurato. Questo fine settimana si corre a Beaver Creek sulla storica Birds of Prey, si inizia il venerdì e si disputeranno 2 discese e un superG che promettono incertezza e spettacolo e in cui è veramente difficile, a eccezione forse della gara di domenica, indicare un favorito.

Aleksander Aamodt Kilde è forse l’uomo da battere, ma ci si aspetta il primo squillo stagionale da una leggenda come Beat Feuz, campione olimpico in carica che nella prima gara stagionale ha concluso lontano dalle prime posizioni. Chiamato al riscatto anche Dominik Paris, che però sulla Birds of Prey ha sempre fatto fatica: un piazzamento nei migliori 6 in entrambe le gare sarebbe veramente un risultato solido per guardare avanti con fiducia a contesti più favorevoli. Marco Odermatt avrebbe come obiettivo la gara di domenica, il superG in cui parte favorito, ma vorrà stupire tutti cercando di conquistare almeno un altro podio in discesa libera dimostrando di poter lottare per vincere anche quel globo di specialità. Gli altri Big da tenere sott’occhio saranno il padrone di casa Ryan Cochran-Sigle e ovviamente gli austriaci Vincent Kriechmayr, Matthias Mayer e Daniel Hemetsberger.

Casa Italia

Gli altri azzurri impegnati sono oltre a Dominik Paris, Christof Innerhofer, Mattia Casse, Giovanni Franzoni e Guglielmo Bosca. Quest’ultimo ha ottenuto il miglior risultato della squadra italiana nel weekend scorso a Lake Louise con un 11esimo posto, davvero troppo poco per una squadra abituata a salire sul podio. Difficile che si possa puntare a un piazzamento tra i migliori 3 in questo contesto, ma sarà comunque una tappa importante anche per il vincitore uscente di Coppa Europa Giovanni Franzoni, classe 2000 che ha voglia di stupire.

Ultime notizie