mercoledì, 8 Febbraio 2023

Musica, nuove uscite: flop e successi, dai Muse ad Achille Lauro

Sono tante le novità musicali della settimana, alcune si sono rivelate una bella sorpresa e altre una delusione totale. Una cosa è certa: le novità non mancano, scopriamo insieme le uscite del momento.

Da non perdere

Questa settimana è ricca di novità musicali, alcune si sono rivelate una bella sorpresa mentre altre sono state più deludenti. Il duetto tra Elisa e i Muse è già in cima alle classifiche, Cristina D’Avena continua a regalare gioia anche dopo quarant’anni di carriera. Achille Lauro pecca di presunzione e i Neri per Caso si cimentano con i canti di Natale, cosa ne pensiamo del risultato finale ve lo lasciamo scoprire.

Muse feat. Elisa – “Ghosts (How Can I Move On)” / “Tienimi con te”: Unire il rock britannico alle melodie italiane? Si può, a dimostrarlo è il duetto dei Muse e Elisa Toffoli, due eccellenze nei rispettivi stili musicali. La band inglese dal successo planetario non ha bisogno di presentazioni, nemmeno la cantautrice triestina che vanta ben 11 album in studio (tutti dischi di platino). La loro collaborazione ha dato vita ad una nuova versione di Ghosts (How Can I Move On), aggiungendo delicatezza e atmosfera. Il brano parla della difficoltà ad immaginare una nuova relazione dopo la fine di un grande amore, di quanto possa essere doloroso voltare pagina. Una canzone da ascoltare in compagnia di un bicchiere di vino o durante una corsa liberatoria, un brano per concedersi tre minuti e mezzo di riflessione sul proprio stato d’animo.

Cristina D’Avena – “40 – ll sogno continua”: C’è chi dopo 40 anni di carriera si ritira dalle scene, chi saluta i fans con un ultimo show prima di scomparire nell’ombra, e poi c’è Cristina D’Avena che continua a cavalcare l’onda del successo. L’artista bolognese ha infatti lavorato ad un nuovo disco nel quale reinterpreta le sigle dei cartoni animati che hanno fatto sognare intere generazioni, aggiungendo un tocco di modernità. I 10 brani sono duetti con le star del momento, come Elettra Lamborghini e Myss Keta. Il risultato finale? A dir poco stupefacente, solo Cristina D’Avena poteva riuscire in una tale impresa senza fare scivoloni artistici. Mettersi in gioco a 58 anni non è affatto scontato, ma la regina delle sigle dei cartoni animati non teme nulla e non sbaglia mai un colpo. Ottimo lavoro!

Achille Lauro – “Che sarà”: Deludente è stato invece il nuovo singolo di Achille Lauro, il pezzo intitolato “Che sarà” proprio perché parla dell’incertezza del futuro. Le buone intenzioni c’erano tutte, impertinente è stato l’approccio del cantante veronese per annunciare l’uscita della canzone. L’artista 32enne ha infatti scritto una lettera rivolta ai giornalisti pensando di indovinare le domande che gli sarebbero state poste una volta uscito il brano, rispondendovi con un sarcasmo che lascia a desiderare. Oltre ad aver tentato di svolgere il lavoro altrui, non è riuscito nemmeno a fare bene il suo: la canzone è banale, è priva di elementi innovativi pur essendo stata annunciata con tanta pomposità. Un augurio sincero ad Achille Lauro, sperando possa trovare un pizzico di umiltà lungo il cammino.

Neri per Caso – “EP Christmas”: Sono tanti gli artisti che alle porte di Dicembre si cimentano in canzoni natalizie, tuttavia non tutti ottengono gli stessi risultati di Michael Bublé. I canti che ci accompagnano durante l’avvento non sono propriamente il pezzo forte del gruppo salernitano, esordito nel 1995 a Sanremo con “Le Ragazze”. A conquistare il pubblico fu il loro pop a cappella, con lo stesso stile hanno pubblicato un EP natalizio con la reinterpretazione di quattro grandi classici. L’impegno senz’altro c’è, proprio come la volontà di risorgere dal regno dei morti, tuttavia certe hit sono intoccabili. Nulla da dire sulla bellissima iniziativa e sulla vocalità dei componenti del gruppo, ma l’intramontabile All I want for Christmas is you solo Mariah Carey la può cantare.

Ultime notizie