mercoledì, 7 Dicembre 2022

Dissidi familiari finiscono in tragedia, 42enne ucciso a colpi di pistola: confessa il cugino

Un uomo di 42anni è stato assassinato mentre si trovava nella sua auto. L'autore del gesto sarebbe un cugino che si è costituito pochi minuti dopo aver compiuto l'omicidio. Il movente sarebbe da ricercare nelle continue frizioni tra i due.

Da non perdere

Un uomo di 42 anni è stato ucciso con alcuni colpi di pistola davanti la propria abitazione mentre si trovava nella sua auto. È accaduto nel pomeriggio di ieri, 23 novembre, a Catona, frazione alla periferia nord di Reggio Calabria. I poliziotti hanno trovato la vittima seduta al posto di guida con il volto pieno di sangue. A compiere l‘efferato gesto sarebbe stato un cugino della vittima, costituitosi subito dopo aver compiuto l’omicidio.

Il movente

“Ero esasperato”, è quanto avrebbe confessato l’omicida agli inquirenti. Da quanto ricostruito dagli investigatori della Squadra mobile di Reggio Calabria, il movente sarebbe da ricercare nelle continue frizioni tra i due; da quanto è trapelato l‘aggressore e la sua famiglia erano oggetto di continue vessazioni da parte della vittima. Sul caso indaga la Polizia reggina; l’omicida, dopo la testimonianza è stato tradotto presso la casa circondariale di Reggio Calabria.

Ultime notizie