giovedì, 29 Febbraio 2024

Dal nord della Francia alla Sicilia in carrozza: storia di Kristen e Pierangelo in viaggio da settembre 2019

I cavalli come mezzo di trasporto e i pannelli solari fanno sì che il viaggio sia totalmente eco-sostenibile come da loro solido principio. Oltre ai due protagonisti ci sono il cane Pluto, 2 cavalli bellissimi e 3 galline a bordo della casa-carrozza allestita per la grande traversata mediterranea.

Da non perdere

Due coniugi francesi originari della Bretagna hanno deciso il 24 settembre 2019 di intraprendere un viaggio senza meta che li condurrà in Sicilia e chissà verso quali altre mete. Kristen e Pierangelo si sono semplicemente stancati della modernità e della tecnologia, così hanno di rinunciare a tutti i comfort che ne conseguono, fatta eccezione per una piccola stufa che li riscalda d’inverno, e di vivere una vita fatta di essenzialità. Oltre ai due protagonisti ci sono il cane Pluto, 2 cavalli bellissimi e 3 galline a bordo della casa-carrozza allestita per la grande traversata mediterranea. Il viaggio è totalmente sostenibile: i cavalli come mezzo di trasporto, i pannelli solari per l’energia elettrica, una piccola stufa per riscaldarsi in inverno e il pollaio incorporato nella roulotte. Attualmente si troverebbero lungo gli appennino tosco-emiliano, nei pressi di Anzola. Le foto sono di alcuni cittadini che li hanno intercettati e, incuriositi dalla loro storia, hanno deciso di documentare il tutto.

Siamo stanchi della tecnologia“. Come biasimarli, tutto quello di cui necessitano è presente in natura: acqua per i cavalli per rifocillarsi nelle soste nei grandi prati verdi sotto gli alberi, persone con cui parlare che, adesso che la voce si è sparsa gli portano anche dei regali e, soprattutto, la prossima meta da raggiungere. A fine mese di ottobre sono stati visti a San Pierino, un piccolissimo comune nella provincia di Firenze nel quale si sono fermati solamente poche ore, dato che avrebbe fatto brutto tempo e i due necessitavano di un posto coperto. La prossima destinazione? chi lo sa, servirebbe veramente un gps in modo da sapere sempre dove si trovano, anche se conoscendo i soggetti non ne sarebbero molto felici. “Ogni giorno incontriamo decine di persone che ci fanno domande, con cui parliamo di ecologia, ci piace molto anche trascorrere tempo con i bambini parlando di geografia, mostrando loro i nostri animali o solamente giocando con loro” – racconta Kristen – “un nostro obiettivo è senz’altro cercare di educare le persone a sprecare meno, dato che ad esempio noi utilizziamo solo 10 litri d’acqua al giorno mentre la media in Europa è di 200 litri”.

Ultime notizie