domenica, 21 Aprile 2024

X Factor 2022, secondo live e pagelle della serata-evento anni Novanta: Morgan grande sorpresa

Le pagelle, i commenti e i giudizi sulle performances dei classici anni Novanta a X Factor 2022, il secondo live colpisce e la nostalgia per quegli anni non si affievolisce. Morgan superospite emoziona con il suo tributo a David Bowie, piacevole sorpresa ed unica nota di eccezione.

Da non perdere

Ieri sera, alle 21.15, è andata in onda la seconda manche dei live di X Factor 2022. La serata-evento era a tema MTV Generation: i concorrenti hanno reinterpretato i grandi classici degli anni Novanta. I Tropea e Iako, a rischio eliminazione, si sono battuti ad armi pari; tuttavia, Iako ha dovuto poi lasciare il programma.

Ecco le pagelle, i giudizi e i commenti sulle performances serali:
Beatrice Quinta – Voto 5,5: Canta “Tutti i miei sbagli” dei Subsonica. Lei non lo canta male, ‘spacca’ ma non abbastanza. I Tropea – Voto 6,5: Cantano “Ray of Light” di Madonna. Si portano a casa l’esibizione con più professionalità che cuore; bravi ma antipatici.  I Santi Francesi – Voto 8: Bravi a cantare “Creep” dei Radiohead. Lo interpretano con un’intensità tangibile. Dadà – Voto 7: Positiva al Covid, la dobbiamo giudicare guardando il video di una prova. Peccato, perché la sua versione di “Toxic” di Britney Spears è fatta davvero bene, arriva con forza. Matteo Orsi – Voto 5: Propone “Take On Me” degli A-ha con questo timbro affascinante ma affannoso e spreciso; una versione iper-rallentata. Linda – Voto 7: con “Chasing Cars” degli Snow Patrol risponde bene; arriva tanta emozione, come sempre. Omini – Voto 8: Domano con energia “No Sleep Till Brooklyn dei Beastie Boys e ci danno una gran bella svegliata. Lucrezia – Voto 4,5: “Barbie Girl” degli Aqua non è un brano per lei ma non perché non sia brava. Disco Club Paradiso – Voto 4: La loro “Salirò” di Daniele Silvestri è del tutto sconclusionata. Tutto fumo e niente arrosto. Iako – Voto 3: La sua versione di “Hyper ballad” di Björk è un disastro. Due esibizioni sbagliate su due. Va giustamente a casa. Joėlle – Voto 4: Questa versione acqua e sapone di “Destinazione paradiso” di Gianluca Grignani non buca. Discrete doti vocali ma nulla di più.

Francesca Michielin è da 8; è la vera padrona di casa. Rkomi e Dargen D’Amico sono discreti anche se ancora troppo ingessati. Fedez è, come sempre, troppo diretto ma convince mentre Ambra Angiolini è inchiodata nel suo ruolo di ‘amorevole zia’. A loro un discreto 7.

La vera sorpresa è stata la presenza di Morgan che, col suo tributo a David Bowie, ha emozionato pubblico e critica. A lui un 9 meritato! La nostalgia per gli anni Novanta rimane sempre alta: voto 7,5.

Ultime notizie