martedì, 5 Marzo 2024

Auto sperona moto dopo la lite al semaforo, muore centauro 55enne: guidatore in manette per omicidio volontario

Appena scattato il verde, il 49enne alla guida di una Fiat Panda avrebbe investito qualche metro più avanti la motocicletta. Vani i tentativi di rianimazione effettuati dal personale medico. l'uomo purtroppo non ce l'ha fatta. L'autista della Panda avrebbe omesso il soccorso e sarebbe fuggito subito dopo l'impatto.

Da non perdere

Dovrà rispondere dell’accusa di omicidio volontario l’uomo che ieri, 30 ottobre, a Montello, in provincia di Bergamo, ha speronato con la sua auto una moto dopo un diverbio stradale avuto all’altezza di un semaforo, a detta di alcuni testimoni presenti sul posto. Appena scattato il verde, il 49enne alla guida di una Fiat Panda avrebbe investito qualche metro più avanti il 55enne, Walter Angelo Monguzzi, finito rovinosamente e in modo scomposto sull’asfalto, avrebbe anche impattato contro la portiera posteriore di un’auto che viaggiava nella direzione opposta. Avrebbe riportato un trauma cranico e ferite sparse su tutto il corpo. Sono stati vani i tentativi di rianimazione effettuati dal personale medico intervenuto sul posto. Monguzzi, agente di commercio originario di Gorgonzola ma residente a Osio Sotto, non ce l’ha fatta, lo speronamento è stato fatale.

L’arresto

L’autista della Panda avrebbe omesso il soccorso e sarebbe fuggito subito dopo l’impatto. Un’ora più tardi dell’incidente, avvenuto circa alle 12:30, i Carabinieri della Compagnia di Bergamo lo avrebbero rintracciato e raggiunto presso la sua abitazione. Il 49enne era incensurato ed è stato dichiarato in arresto per omicidio volontario. Ad oggi si trova presso il carcere di Bergamo.

Ultime notizie